in

Governo Conte news, Berlusconi a Il Giornale: “La legittima difesa è del centrodestra, non del M5s”

La posizione dell’Italia al Consiglio europeo, i risultati delle ultime amministrative, le europee del 2019, i rapporti con la Lega al governo, oltre alla ricetta sulla legittima difesa: è un’intervista a tutto campo quella che Silvio Berlusconi ha rilasciato a Il Giornale. Così Silvio Berlusconi si mostra ancora una volta ‘agguerrito’. “La Lega sostenga, contro i veti di M5s, la nostra nuova proposta di legge sulla legittima difesa che è un diritto, non una concessione”. Così, il Cavaliere,  su Il Giornale rilancia l’iniziativa di Forza Italia. “Lo Stato – dice il leader di FI – deve assicurare la copertura delle spese legali di chi, difendendosi, è, fino a prova contraria, la vittima”. Sull’alleanza con il Carroccio assicura: “I rapporti personali con Salvini non sono cambiati”. Appunto, il leader di Forza Italia si dice ottimista in vista delle europee e quanto ai rapporti con la Lega assicura:Non sono cambiati, ma, pur mantenendo buoni legami, rimaniamo fermamente all’opposizione”. 

Leggi anche: Tutte le news su Silvio Berlusconi e il Governo Conte

La proposta di Legge di Berlusconi: ecco la nuova legittima difesa

“Non pensiamo affatto di rendere più facile il possesso delle armi – precisa il leader di Forza Italia presentando la nuova proposta sulla legittima difesa. – La nostra legge, che prevede il diritto alla difesa, è certamente la migliore legge a tutela dei cittadini”. “Spero che la Lega la condivida – aggiunge – contro il no di M5s che è ideologico. Noi continueremo comunque la nostra battaglia parlamentare con chi ci sta, su un tema che considero decisivo, non solo per la sicurezza degli italiani ma per un corretto rapporto fra Stato e cittadini in un sistema liberale”. 

Per Berlusconi il Governo Conte non durerà: “Il centrodestra ritorni unito”

Quanto ai risultati portati a casa da Conte dall’ultimo Consiglio europeo, Berlusconi è lapidario: “Molto rumore per nulla – afferma. – I 500 milioni stanziati per la gestione e il controllo dell’immigrazione sono pochissimi; la riforma di Dublino è rinviata a tempi migliori; centri di accoglienza e smistamento migranti nei Paesi ‘su base volontaria’: in concreto nessun impegno a collaborare davvero”. E dopo i risultati delle ultime amministrative auspica: “Spero che l’alleanza di centrodestra, che si è dimostrata vincente anche all’ultimo appuntamento elettorale, torni alla sua vocazione naturale, che è quella di governare unita il Paese. Il governo giallo-verde è un’anomalia derivata da una situazione eccezionale”.

 

Divieto pubblicità gioco d’azzardo, la mossa di Di Maio: “Devo tutelare la salute dei cittadini”

Autostrade in tempo reale: traffico, incidenti, chiusure oggi 30 giugno 2018