in

Governo Conte riforme, così cambierà la Pubblica Amministrazione: l’annuncio del Ministro Bongiorno

Il Governo Conte promette riforme in ambito di Pubblica Amministrazione. Ispezioni a sorpresa contro i dipendenti pubblici fannulloni, impronte digitali per incastrare i furbetti del cartellino, voti dei cittadini contro i raccomandati e codice degli appalti più snello. E’ il “cambio di passo” annunciato da Giulia Bongiorno, nuovo ministro per la Pubblica amministrazione e semplificazione. “Agirò col bisturi per curare le disomogeneità nei servizi”, afferma il nuovo ministro in quota Lega del Governo Conte. Ecco tutto quello che c’è da sapere e quanto ha dichiarato l’avvocato con un passato nella Juventus.

Leggi anche: Tutte le news sul Governo Conte con UrbanPost

Riforma Pubblica Amministrazione del Governo Conte, la Bongiorno al Corriere della Sera

“Non ho l’ansia di mettere il mio nome su una legge, ma di far funzionare la Pubblica amministrazione”, dichiara la Bongiorno a Il Corriere della Sera. Il primo atto saranno “sopralluoghi a sorpresa”. Blitz? “Sì, ma nulla di punitivo. Ispezioni a campione con pool di esperti: i nostri ispettori e specialisti di modelli organizzativi”. Secondo, “se troverò disservizi causati da difficoltà oggettive – spiega – aiuteremo a colmare le lacune. Ma se emergessero inerzie saremo inflessibile”.

Riforma Pubblica Amministrazione: combattere l’assenteismo

Per la Bongiorno “l’assenteismo è un fenomeno odioso. La Madia ha modificato le sanzioni. Credo si debba anche prevenire”. Come? “Con rilevazioni biometriche per evitare che ci sia chi strisci il tesserino per altri”. E se questo volesse dire prendere le impronte digitali al dipendenti, “cosa c’è di male? – domanda il ministro -. A me alla Camera le hanno prese quando c’erano i ‘pianisti’. E non sono rimasta traumatizzata”. E la privacy? “Tra beni confliggenti deve prevalere l’interesse collettivo: che siano tutti al lavoro, al servizio del cittadino”.Assunzioni pubblica amministrazione 2018

Olbia, tenta di "animare" una festa con un lanciafiamme: 30enne americano arrestato dai Carabinieri

Olbia, tenta di “animare” una festa con un lanciafiamme: 30enne americano arrestato dai Carabinieri

Migranti, la frase shock del senatore Lannutti (M5s): “Nave ONG vanno affondate, sono finanziate da Soros”