in

Grande Fratello 2018 news, Baye Dame a Spy: “Ho vissuto l’inferno, sono stato discriminato”

Adesso si pente, dopo la squalifica subita lunedì 30 aprile durante la terza puntata del Grande Fratello 2018: Baye Dame si racconta a Spy, settimanale diretto da Alfonso Signorini, in edicola da domani 4 maggio 2018: “Ho fatto l’errore di attaccare Aida, ma io ho avuto un’esistenza da discriminato“, dice il ragazzo gay e di colore che da piccolo è stato dato in affido dalla madre senegalese a una coppia italiana della periferia di Roma. “Mi hanno accusato di bullismo e razzismo, proprio le cose di cui sono stato vittima per anni. Ho temuto di aver deluso i miei genitori adottivi, ma loro sanno chi sono.”

Leggi anche: Scopri tutte le curiosità sul Grande Fratello 2018

Grande Fratello 2018 news, Baye Dame: “Ho vissuto una vita da discriminato”

E ancora, Baye Dame a Spy rivela come abbia vissuto sempre un’esistenza travagliata: “A lungo ho dovuto sorridere e fare buon viso a cattivo gioco come quando mi sentivo chiamare: “scimmia nera”. Ripeto sono stato vittima di diversi episodi di discriminazione. Nella Casa mi sono preso carico di tutti i problemi dei miei compagni e così sono esploso… Quello che ho fatto è stato brutto, anzi orribile, e me ne pento, ma mi è servito di lezione. Ora vado avanti e adesso il futuro lo vedo colorato.”

Grande Fratello 2018 news, il commento amaro di Baye su Instagram

Così, di seguito, ecco il commento di Baye Dame dopo la squalifica dal Grande Fratello 2018 a causa del pensate litigio con Aida: “Sono inciampato ma come tutti i guerrieri ci si rialza più forti e spero ancora di avervi tutti vicino a me in questa avventura che alla fine non è finita. Io ho ricevuto dei messaggi bellissimi da parte di tanta tanta bella gente, ho il cuore pieno di gioia. Il Grande Fratello dà, il Grande Fratello toglie, questo lo sapevo prima di entrare.” Per il concorrente squalificato dal Grande Fratello 2018 ha vinto Aida: “Non pensavo assolutamente di potermi scontrare con una persona come Aida. Però in quel caso Aida ha vinto, ha vinto su di me perché io non ho saputo rispondere con un sorriso o con una presa in giro perché, come ho già detto tante volte, ho buttato giù tanti rospi ed in quel preciso momento non mi andava proprio di buttare giù un altro rospo.”

Written by Andrea Paolo

46 anni, nato in provincia di Reggio Calabria, emigrato negli anni '80 al nord, è laureato in scienze politiche. Ha lavorato come ricercatore all'estero e studia da anni la criminalità organizzata. Per UrbanPost si occupa di news di cronaca e di gossip sui personaggi del mondo dello spettacolo.

Bebe Vio oggi news, vita da universitaria ‘anonima’ contro ogni pregiudizio: “Qui nessuno sa chi sono”

'Ndrangheta in Piemonte, operazione "Barbarossa" a Cuneo, Alba e Asti: 22 arresti

‘Ndrangheta in Piemonte, operazione “Barbarossa” a Cuneo, Alba e Asti: 26 arresti [NOMI]