di Stephanie Barone in ,

Heather Parisi monologo sulla bellezza: il manifesto di una donna contro la chirurgia estetica



 

A “Nemicamatissima” Heather Parisi con il monologo sulla bellezza lancia un messaggio forte e chiaro contro la chirurgia estetica per annullare i segni dell’avanzare dell’età sulle donne: “Questa è la mia faccia e io non la tradirò mai”.

“La conoscete? È la mia faccia. Io non l’ho mai cambiata. Anche se lei è un po’ cambiata da quando da ragazzina sono arrivata in Italia”. Dopo aver chiesto al regista un primo piano “stretto stretto stretto” sul proprio volto, la showgirl Heather Parisi in un monologo avvincente e passionale ha voluto dire no alla chirurgia estetica e all’uso smodato che troppo spesso se ne fa. E’ stato probabilmente uno dei momenti più seri e incisivi, soprattutto per le donne, dello show di Rai Uno “Nemicamatissima”, condotto dalla stessa Parisi con Lorella Cuccarini. Malgrado non siano mancate le polemiche – arrivate dalla stessa Heather Parisi alla fine dello spettacolo – per Rai Uno è stato un grande successo di pubblico e le due showgirl sono state particolarmente apprezzate dai fan.

=> Volete essere sempre aggiornati? Seguiteci anche sulla pagina Facebook URBAN DONNA!

“La incontro ogni mattina davanti allo specchio e ci parlo. Alle volte mi piace e mi dico: ‘Però!’. Altre volte la detesto, perché penso a quanto sono invecchiata. Ma non l’ho mai tradita. La conosco troppo bene” racconta Heather Parisi nel suo monologo a “Nemicamatissima”; “Ci sono cresciuta assieme, l’ho messa sempre davanti a me. Qualunque cosa abbia fatto nella mia vita, lei c’era. Ed era là a prendersi gli applausi assieme a me, ma anche gli schiaffi per me. Nella mia vita ho sempre messo la mia faccia e lei non si è mai tirata indietro”.

Parole forti quelle del monologo di Heather Parisi che colpiscono soprattutto al tempo in cui i segni dell’avanzare dell’età sono un simbolo di debolezza, di fragilità e si pensa che, con l’insorgere delle rughe, per una donna sia tempo di mettersi da parte. Gli uomini passati i 50 anni diventano più affascinanti, maturi; le donne diventano imbarazzanti. Un pensiero che si lega fin troppo all’eccessiva importanza che si dà all’estetica di una donna, al fatto che una femmina per essere interessante e degna di nota debba essere bella. “Ha sorriso senza risparmiare un solo muscolo e ha pianto con lacrime che scavavano sulle mie guance solchi inguardabili. Perché l’espressione del viso, così come ogni sentimento, non può essere sempre la stessa” racconta nel suo monologo sulla bellezza Heather Parisi che conclude: “All’inizio guardavo con disprezzo le donne che si rifanno il proprio corpo, per fermare il tempo e per i giudizi della gente. Ora la penso diversamente: credo che la colpa non sia delle donne. Ma di un mondo che non ti vuole mai come sei”.

Foto: pagina Facebook Heather Parisi

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanDonna

Leggi anche

Commenta via Facebook

Parliamo di...