di Claudio Di Bona

I nuovi algoritmi e tutti i cambiamenti di Google


 

Dal 2003 ad oggi, ci sono state tantissime evoluzioni in casa Google, tanti cambiamenti ed opportunità, nuovi algoritmi e nuove criticità. Tra le innovazioni principali, la diminuzione di spam nelle Serp, la maggiore offerta di contenuti per l’utente, l’aspetto social.

Uno dei primi aggiornamenti di Google, nel lontano 2003, fu chiamato Florida, era finalizzato alla diminuzione di spam ed alla lotta al Keyword Stfuffin, ovvero riempire testi con tantissime parole chiave; Brandy ed Austin nel 2004, maggiore attenzione al testo dei link, espansione dell’indicizzazione semantica ed un altro colpo alle tecniche black-hat (Austin); qualità dei link in entrata (No Follow) e mappe aggiornate (Local Maps) nel 2006; nel 2007 l’azienda americana introduce l’algoritmo Universal Search, che integra i motori verticali nelle serp (Notizie, Immagini); Suggest nel 2008, che suggerisce altri risultati quando si digita qualcosa; tra il 2009, arrivano Caffeine, Vince, Real Canonical Tag e Real Time Search. Google accelera il crawling, espande l’indice e integra indicizzazione e posizionamento quasi in tempo reale; nel 2010 Google inizia a colpire siti con contenuti poveri (My Day), mostra più risultati per lo stesso dominio (Brand Update), mostra come una query viene digitata in quel momento (Google Instant) e sfrutta segnali sociali per il ranking (Social Signal); nel 2011 l’azienda si scaglia ancora contro i siti poveri di contenuto e (Panda) e si lancia definitivamente nel mondo social, +1 Button e Google Plus; il 2012 è l’anno: di Penguin e della lotta allo spam; della svalutazione di siti con eccessiva pubblicità (Ads above the fold); dell’introduzione di maggiori contenuti di qualità nelle serp (Knowledge Graph); della penalità a siti che violano il copriright (DMCA Penalty Pirate Update); dei contenuti di Google Plus e dei profili utenti integrati nelle Serp (Search+ Your World).

Questa splendida infografica è stata presa dal sito Webinfermento.Nuovi algoritmi Google

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanTech

Correlati

Commenta via Facebook