in ,

I segreti dell’User Experience per l’E-Commerce

Chiunque oggi abbia un e-commerce per la vendita online di un servizio o prodotto – qualsiasi esso sia – non può ignorare le dinamiche legate all’User Experience. Concetti, logiche e strategie che hanno assunto un’importanza sempre più rilevante nel corso degli ultimi anni e che possono sancire il successo o il fallimento di un progetto sul web. Un e-commerce non è un sito come tutti gli altri. Qui, l’utente che arriva non solo può sfogliare le singole pagine (come accade in tutti i siti web) ma può (o meglio, dovrebbe) effettuare un acquisto. A differenza di altri portali web, come ad esempio i siti di news o di servizio, subentrano quindi altre logiche che possono influenzare il comportamento dell’utente durante la sua attività di navigazione. In linea generale, la progettazione di un e-commerce precede, e di molto, sia la realizzazione fisica della piattaforma, che la definizione dei canali di vendita e la scelta dei prodotti.

Perché è importante l’User Experience?

Un sito web che ha come obiettivo la vendita di un prodotto online deve necessariamente infondere sicurezza, affidabilità e trasparenza ai potenziali clienti. L’utente di un e-commerce deve effettuare un pagamento, spendere una certa somma economica, deve quindi avere la massima fiducia nel sito che sta navigando. In tal senso è indispensabile il concetto di “look and feel”, vale a dire come si presenta il sito a livello visuale (look) e il tipo di interazione che l’utente avrà con il sito web (feel). Nel processo d’acquisto va rimosso qualsiasi ostacolo che potrebbe allontanare l’utente (spingendolo ad abbandonare il sito) o che rallenti, ad esempio, l’operazione di pagamento ed altre attività tipiche di un e-commerce.

Un sito che vende online deve mettere al primo posto le conversioni e qualsiasi scelta , dal punto di vista grafico-funzionale , può incidere (e parecchio) su un acquisto o su una mancata conversione. Se, all’interno dei negozi fisici, i clienti hanno la possibilità di toccare materialmente il prodotto, osservare gli arredamenti, la location, gli espositori, gli abbinamenti e quant’altro, online chiaramente queste attività non possono essere svolte. E, appunto, per cercare di ricreare questo genere di esperienza d’acquisto “familiare” si parla di User Experience Design. Il suggerimento è sempre quello di affidarsi a professionisti del settore, con esperienza e risultati dimostrabili, come ad esempio il team di Neting.it, una realtà giovane e dinamica con sede a Bologna, che opera su tutto il mercato italiano.

User Experience Design: i passaggi fondamentali

Sono tendenzialmente tre le tipologie di pagine più importanti di un e-commerce: la home page, il listing e la pagina del singolo prodotto. Sin dalla fase di progettazione di queste pagine e, più in generale, di tutto il sito web viene seguita la regola del “less is more”, in modo da garantire all’utente la possibilità di procedere con l’acquisto con il minor sforzo possibile. Qualsiasi elemento superfluo presente in pagina, come ad esempio un’immagine non adatta, un bottone non collocato al posto giusto, o peggio un link non funzionante, può portare l’utente ad abbandonare il sito web. Magari il potenziale cliente aveva già scelto il prodotto, si era deciso ad acquistarlo e l’aveva inserito nel carrello e nella fase delicata del pagamento ha incontrato delle difficoltà. Non a caso, quello dell’abbandono del carrello è una delle fasi più delicate e importanti giacché più strettamente legati alle conversioni degli e-commerce, ovvero al fatturato.

L’home page è importante per un discorso di brand identity ed affidabilità, soprattutto se si tratta di portali non molto grandi o conosciuti. Il listing dei prodotti, è la pagina di categoria, offre all’utente una panoramica di ciò che offre il negozio virtuale, non può essere un mero elenco di link, è importante offrire la miglior UX possibile e curare nei contenuti questa sezione e non dimentichiamo di curarla da un punto di vista SEO. La pagina più importante in assoluto è indubbiamente quella del singolo prodotto. E’ qui infatti che l’utente procede fisicamente con l’acquisto, magari dopo aver letto il prezzo, le caratteristiche principali, la descrizione e le immagini. E’ qui che devono concentrarsi i maggiori sforzi di chiunque si occupi di User Experience.

In conclusione, il design di un sito di e-commerce ha ed avrà un’importanza sempre più rilevante, sia in termini di performance (velocità, tempi di caricamento, SEO, etc.) che di conversioni (vendite effettive). L’User Experience non è un aspetto secondario, sul quale concentrarsi a progetto già avviato, ma rappresenta uno dei pilastri del progetto stesso, se non proprio le fondamenta.

Domenica Live fabrizio corona e nina moric

Fabrizio Corona vacanze in Salento con Nina Moric e il figlio: la famiglia è riunita

Premier Conte dichiarazioni: le principali misure del Governo dopo l’estate 2018