di mbarbie1970

IBM Coinvolta in un Caso di Insider Trading


 

Il gigante delle tecnologie IBM è coinvolta in un caso di insider trading secondo quanto sostiene la procura federale degli Stati Uniti e le maggiori agenzie di stampa internazionali, avvenuto nel 2009

Insider Trading IBM 2009

Due ex agenti di borsa di una società di servizi finanziari del Connecticut sono stati accusati del crimine di insider trading giovedì, per un acquisto nel 2009 dal gigante di computer IBM. Le autorità Usa hanno dichiarato che Thomas Conradt, David Weishaus e tre colleghi i cui nomi non sono stati diramati, hanno incassato più di 1 milione di dollari in guadagni illeciti dalla negoziazione sulle azioni di SPSS Inc., prima che IBM accettasse il 28 luglio 2009, di acquistare la sede a Chicago e il software aziendale per 1,2 miliardi di dollari. I dettagli che presenta l’accusa sono una scia di messaggi istantanei che coinvolgono gli uomini sulla loro attività, alcuni dei quali si riferiscono ad altri casi insider-trading che riguardano la casalinga Martha Stewart e il miliardario Mark Cuban.

FBI Arresti Insider TradingI pubblici ministeri hanno dichiarato che i fatti hanno avuto il suo inizio a New York nello studio legale che ha rappresentato IBM nella transazione. I pubblici ministeri non diramano il nome dello studio legale, ma Cravath Swaine & Moore ha dichiarato che era il rappresentante di IBM. “Thomas Conradt, David Weishaus e le loro co-cospiratori facevano parte di un gruppo composto dedito ad attività illegali semplicemente perché volevano arricchirsi rapidamente,” ha dichiarato in un comunicato il procuratore federale Preet Bharara. Conradt, 34 anni, è un avvocato e vive a Denver, mentre Weishaus, 32 anni, vive a Baltimora. Al momento del presunto insider trading, entrambi sono stati impiegati a Euro Pacific Capital Inc, una società di Westport, Connecticut, secondo la Financial Industry Regulatory Authority.

Conradt e Weishaus sono stati arrestati dal Federal Bureau Investigation la mattina di giovedì, ha dichiarato un portavoce dell’FBI. Sono stati accusati di tutti e tre i capi di accusa; frode su titoli, associazione a delinquere e un terzo capo d’accusa custodito in un atto non sigillato alla Corte Distrettuale di Manhattan. I due rischiano fino a 20 anni di carcere e 5 milioni di dollari multa su ciascuno dei conti da dove hanno origine le frodi azionarie. Entrambi sono tenuti a comparire dinnanzi ai tribunali federali vicino a dove vivono. La US Securities and Exchange Commission ha presentato relative accuse di frode contro altri civili oltre che ai due uomini. Sharon Feldman, l’avvocato di Conradt, non ha risposto immediatamente ad una richiesta di commento. mentre Michael Grudberg, l’avvocato di Weishaus, ha rifiutato di commentare. Euro Pacific Capital e Cravath non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento. Dal quartier generale di New Youk della IBM non sono state rilasciate nessun tipo di dichiarazioni.

La IBM ha accettato di pagare 50 dollari per azione sui titoli SPSS, un premio del 42% rispetto al prezzo di chiusura di SPSS il giorno precedente all’annuncio dell’acquisto. Secondo i documenti del tribunale, il complice di Conradt, è un analista azionario australiano, che aveva imparato circa le operazioni di attesa sulle acquisizioni, da un caro amico, un cittadino della Nuova Zelanda che ha lavorato come associato presso lo studio legale di New York. Gli investigatori sono arrivati a Conradt e al coinvolgimento di Weishaus, che a sua volta accusa altri tre colleghi, che non sono stati nominati nei documenti del tribunale. Queste cinque persone occupavano mansioni diverse in posti diversi, con mestieri impropri che andavano dal magazzino di SPSS al mondo delle opzioni, secondo i documenti del tribunale. L’atto d’accusa delinea una serie di messaggi istantanei che coinvolgono gli imputati che, hanno dichiarato i procuratori, sono relativi al coinvolgimento nei traffici impropri.

In uno scambio di comunicazione, secondo l’accusa, Conradt il 1 °luglio 2009, ha detto a Weishaus “Gesù, non dirlo a nessuno …dobbiamo tenere questo in famiglia.” Weishaus poi disse: “Io non voglio andare in prigione”, ha dichiarato “Martha Stewart che ha trascorso 5 mesi in galera”, che allude a un caso di insider-trading contro Cuba, dove viene citato il proprietario della squadra di basket dei Dallas Mavericks pro. Il 23 luglio, Weishaus ha rifiutato di comprare opzioni call SPSS per Conradt, spingendo Conradt a scrivere: “Io sono la creazione di questo affare per tutti… che ci renderà tutti ricchi”, secondo l’accusa.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Correlati

Commenta via Facebook

EDITORIALE

wickedin lavoro