di Stephanie Barone in , ,

Il Piccolo Principe: dal libro ai film, un successo lungo 74 anni


 

Compie 74 anni “Il Piccolo Principe” di Antoine de Saint-Exupéry: quale il motivo di tanto successo negli anni?

il piccolo principe, il piccolo principe romanzo, il piccolo principe libro, il piccolo principe film, il piccolo principe Antoine de Saint-Exupéry,

Era il 6 aprile 1943 quando venne pubblicato per la prima volta, in inglese, uno dei racconti più celebri della letteratura per ragazzi, “Il Piccolo Principe”. A dare vita a questo personaggio unico è l’autore francese  Antoine de Saint-Exupéry, del quale rimane l’opera più conosciuta. La sua popolarità negli anni cresce a dismisura tanto che diventa uno dei romanzi più venduti al mondo nonché tra i maggiormente tradotti; esistono infatti traduzioni de “Il Piccolo Principe” in ben 253 lingue, tanto da far arrivare questo racconto nei posti più sperduti del mondo. Quale in motivo di tanto successo? “Il Piccolo Principe”, nella sua semplicità unica, è un romanzo di formazione “emotiva”: è forse una delle più belle allegorie sul senso della vita, sulle emozioni e sul modo di rapportarsi con le altre persone. Si tratta di un quadro eccezionalmente realistico nella sua fantasia della società contemporanea.

La trama infatti vede il protagonista, Il Piccolo Principe appunto, essere l’unico abitante del proprio asteroide, con l’esclusiva compagnia di una rosa molto vanitosa. I due si vogliono molto bene ma non mancano le incomprensioni e così il protagonista parte per un lungo viaggio nel quale incontra diversi bizzarri personaggi, dal Re Solitario all’Uomo d’Affari, che altro non sono che stereotipi delle debolezze umane. Il Piccolo Principe, che ha sempre vissuto da solo, nel suo lungo viaggio fino ad arrivare sulla Terra, impara a comprendere le sfaccettature dei sentimenti fino a capire che solo entrando in relazione con gli altri essi diventano unici per noi.

A 74 anni dalla sua pubblicazione “Il Piccolo Principe” rimane uno dei racconti fondamentali per la crescita dei bambini ma che soprattutto tutti, una volta diventati adulti, devono rileggere per non dimenticare di fronte alla vita quotidiana quegli insegnamenti. Non a caso sono innumerevoli non solo le riedizioni con gli originali acquarelli di Antoine de Saint-Exupéry ma anche le rappresentazioni teatrali e le versioni cinematografiche. Tra le ultime realizzate quella di Mark Osborne del 2015, presentata fuori concorso al Festival di Cannes e che ha ricevuto non solo il plauso della critica ma anche un forte riscontro di pubblico.

Credit Foto: illustrazione originale di Antoine de Saint-Exupéry / Wikimedia Commons

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook