in

Impeachment contro Mattarella: ipotesi non plausibile, non c’è la maggioranza

Impeachment contro Mattarella? Ipotesi non plausibile. Non sarebbe facile in questo momento chiedere l’accusa di Alto Tradimento per il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Manca quello che viene definito il comitato parlamentare per i procedimenti di accusa, il soggetto istituzionale cui compete l”istruttoria’ del processo nei confronti del Capo dello Stato poi celebrato dalla Corte Costituzionale integrata da 16 cittadini. Il Comitato parlamentare per il procedimenti di accusa è composto da 44 membri: i 21 componenti della Giunta per le Autorizzazioni della Camera e i 23 della Giunta per le Elezioni e le Immunità del Senato.

Leggi anche: Governo Cottarelli, chi saranno i ministri con eventuale fiducia?

Impeachment contro Mattarella? Senza Governo non è plausibile

Mancando il governo, e quindi non essendoci ancora una maggioranza ed una opposizione, nessuna delle due Giunte è stata ancora costituita. C’è poi un altro problema: l’elenco dei 45 cittadini da cui estrarre a sorte i 16 giudici aggregati alla Consulta per il giudizio non c’è: il precedente è scaduto ed il Parlamento non ne ha votato un altro. Si potrebbe pensare a una ‘prorogatio’ , ma non c’è unanimità sulla percorribilità di questa strada.

Leggi anche: Governo Cottarelli, fiducia sì o no? 

Perché chiedere l’impeachment per Mattarella?

Le sanzioni contemplate sono la rimozione o destituzione dalla carica (removal from office) e l’interdizione dai pubblici uffici (disqualification). È ormai accettato nella giurisprudenza e nella letteratura giuridica statunitense che il soggetto passivo può essere sottoposto parallelamente a procedimento della giustizia ordinaria, anche in contemporanea a quello dell’impeachment. In Italia si è fatto uso del termine ad esempio in occasione del tentativo, da parte di alcune forze di opposizione parlamentare, di attivare la procedura prevista dall’articolo 90 della Costituzione italiana contro i Presidenti della Repubblica Francesco Cossiga (1991) e Giorgio Napolitano (2014). Questa estensione del termine impeachment a realtà politiche e costituzionali diverse da quella statunitense spesso è tecnicamente impropria, perché ogni ordinamento ha le sue peculiarità, e va ascritta alle tendenze e alle mode del linguaggio politico e giornalistico.

Leggi anche: Cosa è lo Spread

Fabrizio Corona e Silvia Provvedi sono fidanzati: scoppia nuovamente la passione

Bimbo Mirandola: fuga volontaria causata da cosa? E’ giallo, aperta un’inchiesta