di M.B. Michela in ,

Incendi California news bilancio, il racconto dei soccorritori: “Troviamo solo cenere e ossa”


 

Incendi California news bilancio, il racconto dei soccorritori: “Troviamo solo cenere e ossa”. Al momento sarebbero 31 le vittime accertate e circa 400 i dispersi, ma i numeri sono destinati inesorabilmente a salire

La California devastata dagli incendi ormai da cinque giorni. Le immagini che arrivano dai luoghi dilaniati dalle fiamme è a dir poco apocalittico. Tutta la zona nord dello stato è carbonizzata, distrutta; il bilancio provvisorio di questa catastrofe continua ad aggravarsi: secondo quanto riferito dal Washington Post le vittime accertate sarebbero 31 (di cui 15 solo nella contea di Sonoma, la più colpita dai roghi) e tantissimi i dispersi, forse 400.

Si tratta di un flagello quasi senza precedenti, il più grave episodio degli ultimi 84 anni. I numeri di questo scempio fanno rabbrividire: sarebbero oltre 3.500 le strutture divorate dalle fiamme, e quasi 69mila ettari di terra, sparsi in 8 contee, andati letteralmente in fumo. I danni non si contano.
Le contee più colpite dagli incendi Sonoma, Mendocino, Yuba, Napa, dove migliaia di persone sono state evacuate dalle case, particolarmente nella contea di Napa, zona dove si produce vino.

california roghi news

Incendi in California: la macchina dei soccorsi lavora senza sosta

Le squadre dei soccorsi e dei Vigili del fuoco stanno lavorando da giorni senza soluzione di continuità; l’unica notizia positiva in questo immane disastro è che sarebbe finalmente calato il numero dei focolai attivi, scesi da 33 a 21, e con essi un leggero calo dei venti che da domenica stavano alimentando gli incendi. Tuttavia i meteorologi avvertono: la situazione potrebbe di nuovo peggiorare.

“I focolai continuano a rinnovarsi in modo irregolare. Potenzialmente si possono riaccendere in ogni posto e in ogni direzione. Siamo lontani dall’aver risolto questa catastrofe”, ha infatti spiegato il capo dei pompieri, Ken Pimplott. Le parole dello sceriffo di Sonoma, Rob Giordano, sul bilancio di vittime e dispersi non sono affatto confortanti: “Abbiamo notizia di 1.100 dispersi. All’incirca 750 dovrebbero essere in salvo, ma di altri 400 circa non sappiamo ancora nulla”. A coadiuvare i soccorritori anche i cani in grado di trovare i corpi: “Ma in alcuni casi, troviamo le vittime intatte, facilmente identificabili. In altri troviamo solo cenere e ossa, con difficili identificazioni”. Dei 17 morti nella contea di Sonoma, spiega, 10 sono stati identificati: “Il più giovane aveva 57 anni, la maggioranza degli altri è fra i 70 e gli 80”. L’aria è irrespirabile, le scuole sono state chiuse per precauzione. L’emergenza rimane alta.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook