in

Incidente aereo Venezuela: 4 Italiani a bordo, tra cui il manager Vittorio Missoni

Tra i nomi forniti dalle autorità locali c’è il nome di Elda Scavelzi, Guido Foresti, marito e moglie, Maurizia Castiglioni e il marito Vittorio Missoni. Gli altri due scomparsi sarebbero i due piloti German Merchane e Juan Fernandez.
Vittorio Missoni è il figlio maggiore dello stilista Ottavio Missoni, manager dell’omonima casa di moda nota a livello globale. La presenza a bordo dell’aereo viene inoltre confermata da Pietro Floresti figlio di Elda Scalvenzi e Guido Floresti, vecchi amici del noto imprenditore e anche loro a bordo dell’aereo.

L’aereo, un bimotore Norman Bn2, doveva percorrere un breve tragitto, più o meno 100 chilometri, decollato dallo scalo di Los Roques doveva atterrare all’aeroporto internazionale di Maiquetia a circa 20 chilometri da Caracas. La comitiva di connazionali che era composta da un’altra coppia per fortuna imbarcatasi su un altro volo, aveva trascorso le festività nell’arcipelago. L’ultimo contatto dell’aereo è stato registrato a 10 miglia nautiche dalla da Los Roques. La Farnesina con l’unità di crisi è in contatto con il consolato a Caracas. Le ricerche sono state sospese con il sopraggiungere della notte e riprenderanno all’alba di oggi. Con ansia si aspettano gli esiti.

Los Roques Venezuela Aereo Precipitato

Sempre il 4 gennaio ma del 2008 un altro veicolo da turismo era scomparso nelle stesse acque dell’arcipelago venezuelano. In quel caso gli italiani a bordo erano 8 su 14 passeggeri, quell’aereo non è mai stato ritrovato. Il caso è rimasto irrisolto. Dalle trascrizioni del via libera della torre di controllo sembra evincersi che su quell’aereo i passeggeri non fossero 14, ma 18. Si consolida l’ipotesi che quattro passeggeri fossero dei narcotrafficanti che avrebbero dirottato il piccolo aereo per appropriarsene e utilizzarlo successivamente per trasportare droga. Dell’aereo scomparso si sono ritrovati resti, dei suoi passeggeri si è trovato in mare il cadavere di uno dei piloti, degli altri: 10 italiani, uno svizzero e tre venezuelani nessuna traccia.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Aziende Denunciano Facebook

Telefonare con Facebook, ora si può

Boateng Razzismo Busto Arsizio

Bild, intervista shock a Boateng: “Forse lascio l’Italia”