di Sabina Schiavon in ,

Industria 4.0, big data, auto connesse e molto altro: a Roma il Digital Day dell’Unione Europea


 

C’è grande attesa per il Digital Day dell’Unione Europea: il 23 marzo l’appuntamento è a Roma per discutere di Industria 4.0, big data, auto connesse, competenze digitali ma anche dei progetti per far diventare l’Europa un centro fondamentale per l’innovazione

digital day roma

Industria 4.0, big data, auto connesse ma anche competenze digitali: saranno questi i temi portanti del Digital Day, una giornata che – voluta dall’Unione Europea – sarà dedicata ai nuovi modelli dell’Industria ma soprattutto a stabilire il piano d’azione per fare dell’Europa la regione di riferimento per chi investe in innovazione.

==> INDUSTRIA 4.0 IN ITALIA: LE ULTIME NOVITÀ

Si terrà il 23 marzo a Roma il Digital Day dell’Unione Europea, una giornata durante la quale verranno analizzati i pilastri dell’innovazione ma anche decisi obiettivi da raggiungere e piani d’azione per fare dell’Europa una delle regioni del mondo più attraenti per il panorama dell’innovazione. In particolare, i temi principali del Digital Day saranno l’Industria 4.0, competenze digitali, big data e supercalcolo ed infine auto connesse e guida autonoma: a dibattere su queste tematiche, invece, saranno invece i principali stakeholder dell’innovazione nonchè i rappresentanti nazionali ed internazionali delle istituzioni e gli esperti del digitale.

L’appuntamento con il Digital Day quindi è per il 23 marzo, giornata in cui ricorre il 60mo anniversario della firma dei Trattati di Roma: “Bisogna partire dalle applicazioni ma soprattutto definire quelle tecnologie in grado di collocare l’Europa fra le prime tre posizioni in materia di supercalcolo. Oggi siamo al 12mo posto con l’Italia a fare da capofila con il Cineca: bisogna recuperare la strada persa e quindi destinare investimenti in questa direzione” ha spiegato Francesco Profumo, Presidente della Compagnia di San Paolo, aggiungendo altresì che sono previsti investimenti per 5 miliardi, distribuiti da qui al 2020 e – più in generale – ai prossimi sette anni. Infine, alla presentazione del Digital Day di Roma, Stefano Firpo ha spiegato che verrà lanciata anche la piattaforma EUI4.0 ovvero uno strumento che “giocherà un ruolo essenziale nello sviluppo della digitalizzazione dell’industria in Europa attraverso la condivisione di esperienze, il supporto alla collaborazione e agli investimenti comuni, l’esplorazione di approcci concordati verso le problematiche legali e sociali, la condivisione di metodi e strumenti per la diffusione delle competenze digitali”.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook

EDITORIALE

wickedin lavoro