di Sabina Schiavon in , ,

Industria 4.0, Italia pronta alla quarta rivoluzione Industriale? Ecco cosa c’è da sapere


 

Industria 4.0 in Italia, dal significato alle agevolazioni: ecco come il nostro Paese si sta preparando alla quarta rivoluzione industriale

industria 4.0 italia

Industria 4.0: cos’è e quali sono gli strumenti messi in campo dall’Italia? La redazione UrbanPost Business ha raccolto in questo articolo tutte le informazioni su quello che viene chiamato “Piano Industria 4.0” ovvero quel programma che – messo in campo dal Governo e dal Mise – ha come scopo quello di avviare l’Italia verso la quarta rivoluzione industriale.

Industria 4.0 Italia: cos’è e cosa significa avviarsi alla quarta rivoluzione industriale

L’espressione “Industria 4.0” è fortemente legata al concetto di quarta rivoluzione industriale, ovvero quel processo di graduale cambiamento che sta subendo il sistema industriale italiano e mondiale verso l’utilizzo di macchine intelligenti, interconnesse nonchè collegate alla rete internet. Come si legge sul sito del Mise – Ministero dello Sviluppo Economico, questa nuova rivoluzione industriale è resa possibile dalla disponibilità di sensori e di connessioni wireless a basso costo nonchè dall’impiego – sempre più pervasivo – di sistemi totalmente digitalizzati e connessi (internet of things and machines).

Industria 4.0 Italia: gli obiettivi da raggiungere

Avviare l’Italia alla quarta rivoluzione industriale sarà sicuramente un processo lungo e, almeno per alcuni aspetti, molto complesso ma oggettivamente necessario. Le nuove tecnologie, infatti, hanno reso possibile puntare ad una radicale trasformazione dell’industria, così come accadde per esempio all’inizio del 20esimo secolo grazie all’introduzione dell’energia elettrica e del petrolio all’interno delle imprese. Ma quali sono le soluzioni tecnologiche richieste dall’Industria 4.0? Avviare l’Italia alla quarta rivoluzione industriale significa:

  • ottimizzare i processi produttivi;
  • supportare i processi di automazione industriale;
  • favorire la collaborazione produttiva tra imprese attraverso tecniche avanzate di pianificazione distribuita ma anche gestione integrata della logistica in rete e interoperabilità dei sistemi informativi.

Tutto ciò sarà invece reso possibile da:

  • tecnologie di produzione di prodotti realizzati con nuovi materiali;
  • meccatronica;
  • robotica;
  • utilizzo di tecnologie ICT avanzate per la virtualizzazione dei processi di trasformazione;
  • sistemi per la valorizzazione delle persone nelle fabbriche.

Industria 4.0 Italia: il piano nazionale in favore della quarta rivoluzione industriale

Nonostante l’Italia continui ad essere uno dei Paesi meno amanti del digitale e delle nuove tecnologie, il Governo ha messo in campo importanti strumenti per accompagnare la nostra Penisola verso la quarta rivoluzione industriale. Come si legge sul sito del Mise – Ministero dello Sviluppo Economico, l’Italia sta lavorando principalmente su quattro ambiti d’intervento:

  • Investimenti innovativi: stimolare l’investimento privato nell’adozione delle tecnologie abilitanti dell’Industria 4.0 e aumentare la spese in ricerca, sviluppo e innovazione;
  • Infrastrutture abilitanti: assicurare adeguate infrastrutture di rete, garantire la sicurezza e la protezione dei dati, collaborare alla definizione di standard di interoperabilità internazionali;
  • Competenze e Ricerca: creare competenze e stimolare la ricerca mediante percorsi formativi ad hoc;
  • Awareness e Governance: diffondere la conoscenza, il potenziale e le applicazioni delle tecnologie Industria 4.0 e garantire una governance pubblico-privata per il raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Tra gli strumenti messi in campo dal Governo, ricordiamo l’Iperammortamento, il Superammortamento nonchè tutte le nuove agevolazioni in materia di startup e PMI innovative presenti nella Legge di Bilancio 2017.

E’ notizia di pochi giorni fa, infine, quella della nascita del primo Digital Innovation Hub: sorto a Torino, sarà il primo dei “ponti” tra imprese, ricerca e finanza. Questi poli dell’innovazione digitale – che sorgeranno grazie alla collaborazione con Confindustria – avranno come scopo quella di far conoscere alle imprese (a partire dalle PMI) i vantaggi dell’Industria 4.0 nonchè di supportare le aziende nelle attività di pianificazione degli investimenti innovativi.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook