di Michele Iacovone in

Infarto: test del sangue ed età rivelano la malattia e altre patologie come il diabete


 

In futuro basterà un test del sangue e l’età per capire se si è a rischio malattie croniche come diabete o demenza, oppure altre patologie come l’infarto, ecco come

Infarto diabete e demenza, nuovi test del sangue ed eta per scoprire malattie in anticipo

Per scoprire patologie come infarto, diabete e demenza saranno sufficienti due dettagli fondamentali: l’età del paziente e un test del sangue. Lo sostengono i ricercatori dell’Intermountain Medical Center Heart Institute di Salt Lake City. Per gli esperti, infatti, combinato alcuni dati del paziente come età e analisi del sangue è possibile ottenere un range o punteggio probabilistico del rischio di incorrere in alcune malattie.

Il punteggio è stato denominato Ichron e grazie a quest’ultimo sarà possibile avere una predizione entro un lasso di tempo di tre anni circa i rischi di incorrere in alcune patologie come infarto, diabete o demenza. L’accuratezza avrebbe un valore pari al 77-78 per cento. È stato condotto uno studio su due gruppi di pazienti: le donne con punteggio medio sono risultate essere tre volte più a rischio rispetto a soggetti con punteggio più basso nei prossimi tre anni.

Heidi May, prima autrice dello studio ed epidemiologa cardiovascolare, ha spiegato: “Il nostro obiettivo era creare uno strumento clinico utile, efficace, semplice da usare e che non rallentasse il flusso di lavoro dei nostri medici. Speriamo che Ichron possa essere usato per identificare i pazienti ad alto rischio di una malattia cronica, che dunque hanno bisogno di una terapia personalizzata. In questo caso, ad esempio, un medico potrebbe pianificare controlli più frequenti e ravvicinati o un trattamento più aggressivo”.

* Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanDonna

Leggi anche

Commenta via Facebook