di Michele Iacovone in ,

Influenza gennaio 2016/2017 sintomi: 10 rimedi efficaci contro il freddo



 

L’influenza 2017 è nel suo picco e si registrano più di 2 milioni di casi in tutta Italia: ecco quali sono, secondo gli esperti, 10 rimedi efficaci contro il freddo

Influenza gennaio 2016 2017 sintomi 10 rimedi contro il freddo

Influenza gennaio 2016/2017: sintomi e picco

Come annunciato dagli esperti, siamo ufficialmente entrati nel picco dell’influenza. I casi, all’inizio delle vacanze natalizie erano circa 250 mila, ma nelle ultime due settimane sono aumentati drasticamente fino a raggiungere almeno 2 milioni di persone in tutta Italia. Quest’anno l’influenza si è manifestata in anticipo, ecco quali sono i sintomi da tenere sotto controllo: dolori muscolari e articolari, mal di testa, febbre oltre i 38 gradi, inappetenza, nausea, stanchezza, vomito e spossatezza, ai quali possono seguire altri sintomi di carattere respiratorio, come mal di gola, tosse, raffreddore e congestione nasale.

->INFLUENZA STAGIONALE 2017: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI E LE INFORMAZIONI UTILI PER PREVENIRLA

Influenza gennaio 2016/2017: categorie a rischio e vaccinazioni

Tra le categorie più a rischio vi sono i bambini sotto i 6 anni, gli anziani sopra i 65 anni, le donne dopo il terzo mese di gravidanza e i soggetti con altre patologie quali tumori, insufficienza renale, problemi cardiaci e Hiv. Già dal mese di ottobre, comunque, sono disponibili i vaccini contro l’influenza, suddivisi per fasce d’età. Vaccino Split: indicato per gli adulti e i bambini sotto i tre anni. Vaccino Intradermico: indicato per bambini sopra i nove anni e gli adulti. Vaccino Adiuvato: indicato per gli anziani e per quei soggetti che non rispondono alle normali terapie.

Influenza gennaio 2016/2017: 10 rimedi efficaci per prevenirle la malattia e combattere il freddo

Vi sono diversi accorgimenti che è possibile prendere per prevenire il contagio e combattere le malattie da raffreddamento. Tra questi, ve ne sono dieci: consumare bevande e pasti caldi a base di verdura, evitando l’alcool che invece è in grado di favorire la dispersione del calore, controllare spesso lo stato di salute di familiari, amici e vicini che vivono da soli, vestirsi a strati per evitare gli sbalzi di temperatura, areare spesso i locali, controllare la temperatura dell’ambiente che deve rientrare tra i 18 e i 22 gradi, controllare l’umidità, indossare vestiti che proteggono dal freddo, soprattutto guanti, sciarpe e cappellini di lana, fare attenzione all’utilizzo di stufe elettriche per evitare danni e, prima dell’arrivo della stagione invernale, consultare lo specialista per sapere quale sia il migliori vaccino.

* Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanDonna

Leggi anche

Commenta via Facebook