di Michele Iacovone in ,

Intelligenza emotiva: quale musica ascoltano le persone più dotate?


 

Secondo alcuni studi, l’intelligenza delle persone può essere riconosciuta in base al tipo di musica ascoltata: ecco quale musica ascoltano le persone molto dotate

intelligenza Le persone intelligenti ascoltano un tipo di musica in particolare

Intelligenza emotiva: quale musica ascoltano le persone più dotate?

La musica ha da sempre un impatto particolare sulla vita delle persone. Identifica uno stato emotivo, una tensione, una storia: le possibilità sono infinite, sotto questo punto di vista. Negli ultimi anni si pensava che ascoltare il genere classico favorisse l’innalzamento del quoziente intellettivo nei bambini. È stato scoperto che non funziona così, ma che la musica può comunque essere anche un indicatore del livello intellettuale di una persona.

Intelligenza emotiva: quale musica ascoltano le persone meno dotate?

Tra persone dotate e meno dotate esistono delle sostanziali differenze nei gusti musicali. Virgil Griffith, a tale proposito, ha persino costruito un grafico esaustivo; per svilupparlo ha utilizzato i punteggi del Scholastic Aptitude Test degli studenti dei college americani, associandone poi le preferenze musicali raccolte contando i Mi Piace su Facebook. Dall’incrocio di tutti questi dati, ovviamente pur sempre discutibili, è emerso che le persone meno intelligenti, solitamente, amano ascoltare il Reggaeton, il Gospel, Beyoncé o Lil’ Wayne, mentre chi si trova nella media preferisce gruppi come i Queen, David Bowie, gli AC/DC o i System of a Down.

Intelligenza emotiva: quale musica ascoltano le persone definite geniali?

E i più dotati, secondo il grafico di Virgil Griffith, che tipo di musica ascoltano? Dai risultati avuti dagli studenti del CIT – California Institute of Technology – che avevano totalizzano un punteggio medio del Scholastic Aptitude Test pari a 1520, ai più intelligenti piacciono i Radiohead, Bob Dylan o i Counting Crows, mentre ai veri e propri geni Beethoven e la musica classica in generale. La teoria secondo cui la musica classica fosse amata dai più dotati era già stata descritta e studiata in un altro studio. Rimane il fatto che questi valori possono comunque essere messi in discussione e non ricalcano valori assoluti.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook

EDITORIALE

Parliamo di...