di MiDa

Berlusconi alla Stazione Termini “Monti ha salvato l’Italia? Mascalzonate”


 

Il Premier in treno da Roma a Milano per trascorrere le vacanze di fine anno. Alla partenza dalla Capitale, accompagnato dalla giovane fidanzata Francesca Pascale, rivolge molti sorrisi e non parla. Quando arriva a Milano attacca Monti e promette una indagine sulla caduta del suo Governo.

berlsuconi compleanno news crisi con francesca pascale

Quando parte dalla stazione Termini di Roma, direzione Milano, per trascorrere le vacanze,  è sereno, tranquillo. Rilassato. Dispensa saluti, sorride quando qualcuno gli urla “Daje Silvio”. Sotto braccio la giovane fidanzata Francesca Pascale, napoletana, 25 anni.

I fotografi si assiepano, chiedono “pose” . Le ottengono.  Di risposte alle domande dei giornalisti, invece, non ne arrivano. Pensi, allora, che per oggi gli attacchi mediatici di Silvio Berlusconi siano perlomeno sospesi. Pensi, ma sbagli di grosso. Perché all’arrivo a Milano, a cambiare non è solo la stazione. Il Cavaliere cambia marcia, atteggiamento. Parte in quarta contro Monti, ormai bersaglio fisso. “Ci ha fatto promesse da marinaio – attacca il Cavaliere –  Non me l’aspettavo dopo le reiterate dichiarazioni e la promessa fatta a me, a Napolitano, agli italiani, di non utilizzare l’esposizione mediatica per una ulteriore presenza in politica. E’ stata una grande delusione, una caduta della sua credibilità”.

La calma romana di qualche ora prima lascia spazio ad una tempesta di accuse. Il Professore è sotto attacco: “Monti dice che ha salvato l’Italia dalla catastrofe? Mascalzonate: non c’era nessun rischio di catastrofe”.

Silvio Berlusconi a Porta a Porta 18 Dicembre 2012

Accusa ma anche sospetti, avanzati su modo in cui sarebbe caduto il suo Governo: ” In quel momento c’è stata una vera e propria congiura e se vinceremo instaureremo subito una commissione per esaminare l’accaduto».

C’è spazio anche per discutere dell’intesa Lega-Pdl e dell’eventuale appoggio di Formigoni al Carroccio in Lombardia. “Formigoni, con il quale ora pranzerò, mi ha dato la sua parola sul fatto che se troveremo l’accordo con la Lega voteremo lealmente la Lega e Maroni alla presidenza della Regione Lombardia”.

A chi gli chiede, diretto, se gli risulta che Formigoni non sosterrà Maroni e la Lega, Berlusconi risponde con un secco: “Non è vero”. Ribadito per due volte.

Un’ultima domanda viene, invece, parzialmente dribblata. E’ quella sulla separazione da Veronica Lario e sull’assegno da 3 milioni di euro al mese per l’ex moglie. Berlusconi risponde sibillino: “Su questo non parlo per amore di patria e di famiglia”.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Correlati

Commenta via Facebook

EDITORIALE

Parliamo di...