di M.B. Michela in

Iraq modello torturato e ucciso: il Brad Pitt iracheno ‘colpevole’ di vivere “troppo alla occidentale”


 

Iraq modello torturato e ucciso: Karar Nushi, il Brad Pitt iracheno, ‘colpevole’ di vivere “troppo alla occidentale”. Ieri il ritrovamento del suo cadavere martoriato

modello iracheno torturato e ucciso dall'isis

Iraq: torturato e ucciso il modello Karar Nushi, altrimenti detto ‘il Brad Pitt iracheno’. La sua colpa? Conduceva una vita troppo alla occidentale.

Capelli lunghi e biondi, vestiti sempre attillati che ne mettevano in risalto la prestanza fisica, solo alcuni dei motivi che avrebbero spinto un gruppo jihadista ad ucciderlo dopo averlo sottoposto a sevizie. Il giovane attore e modello di Baghdad è stato trovato senza vita a Palestine Street, nel nord della capitale, dopo che i familiari allarmati ne avevano denunciato l’improvvisa scomparsa.

Studente all’Accademia delle Belle Arti di Baghdad, sul suo corpo – secondo quanto riportato da iraqinews.com – sarebbero state rinvenute diverse ferite da arma da taglio, che alimenterebbero l’ipotesi delle torture inflittegli prima che venisse ucciso. Karar sarebbe stato vittima di un vero e proprio raid da parte di un gruppo di estremisti religiosi, molto probabilmente legati all’Isis, che avrebbe considerato oltraggioso il modo in cui l’attore teatrale e modello si atteggiava e viveva.

Sembra che ‘il Brad Pitt iracheno’ avesse già in passato ricevuto minacce di morte alle quali però non si era piegato. Accusato inoltre di avere atteggiamenti omosessuali e di frequentare troppe colleghe, continuava tuttavia a vivere la sua vita con coraggio senza mostrarsi intimidito. Ieri 3 luglio il ritrovamento del cadavere e la constatazione della sua atroce fine. (Foto da Facebook)

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook