in

Italiani scomparsi in Messico news: chi è la persona che li ha consegnati ai rapitori

Italiani scomparsi in Messico news: “Consegnati a boss con un dente di platino”, fa sapere Chi l’ha visto?, le famiglie dei tre ricevute da Roberto Fico, presidente della Camera. Spunta la figura di un certo ‘don Ange’ quale personaggio chiave del sequestro, anticipata subito dopo il rapimento dall’inviato di “Chi l’ha visto?”, emerge ora in modo più definito dal documenti della procura messicana che indaga sulla scomparsa dei tra italiani.

Si tratterebbe di un soggetto di carnagione chiara, robusto e basso di statura:don Angel “era a bordo di un suv rosso senza targa, ben vestito e con un dente di platino” visibile nell’arcata dentale superiore. Sarebbe lui la persona che il 31 gennaio prese in consegna i cugini Antonio Russo e Vincenzo Cimmino, dicendo di sapere dove si trovava Raffaele Russo, sparito nel nulla poche ore prima di loro. “Ora li prendiamo e li portiamo dov’è l’altro italiano”, avrebbe detto don Angel al vice capo della polizia di Jalisco, Hilario Farias Mejia, tuttora ricercato insieme al suo diretto superiore. Le altre persone coinvolte, invece, sono state fermate nei mesi scorsi e giàrinviate a giudizio. Nessun provvedimento risulta invece nei confronti di don Angel.

Leggi anche: Italiani scomparsi in Messico news: la verità sui rapitori, svolta vicina?

messico news italiani scomparsi

“I responsabili delle sparizioni hanno un nome e la vicenda è stata ricostruita. E’ il momento di agire, di fare pressione affinché, finalmente, dopo quattro mesi, si possa conoscere la sorte di Raffaele, Antonio e Vincenzo”, ha dichiarato all’Ansa Claudio Falleti, legale delle famiglie Russo e Cimmino. Falleti. I nomi delle persone coinvolte nella sparizione dei tre napoletani in Messico e il ruolo che hanno avuto sono contenuti nelle 22 pagine di verbali degli interrogatori venute in possesso dell’avvocato. “Vogliamo che lo Stato ci dia quella forza in più per chiudere il cerchio”, ha spiegato Falleti, “dai responsabili di quella sparizione, che sono stati individuati, vogliamo sapere dove sono i nostri connazionali. Non deve trascorrere altro tempo inutilmente, ormai sono passati quattro mesi. La campagna elettorale è finita. C’è un governo e la politica ora non ha più scuseTutti gli attori di questa vicenda hanno nomi e cognomi e, quindi, è il momento di assumersi tutti le proprie responsabilità. Arriviamo tutti per fare finalmente luce su questa vicenda”, ha detto il legale.

5 piatti tipici cosa mangiare in Russia Mondiali 2018

5 piatti tipici da mangiare in Russia durante i Mondiali 2018

Tutto da rifare: nessuna multa se i negozianti non accettano le carte di credito

Tutto da rifare: nessuna multa se i negozianti non accettano le carte di credito