in

Italiani scomparsi in Messico: geolocalizzate le loro auto mai trovate

Italiani scomparsi in Messico ultime notizie: secondo l’ultim’ora Ansa Roberto Lopez, vice governatore di Jalisco, stato occidentale del Messico, ha annunciato che la Procura generale della Repubblica “sta esaminando la possibilità di assumere il caso dei tre italiani scomparsi il 31 gennaio nella località di Michoacan, zona dove è molto attiva la criminalità organizzata”. Una misura ‘estrema’ questa adottata dal procuratore generale attraverso la Seido (la procura generale specializzata in indagini sul crimine organizzato), cui solitamente si ricorre per casi di altro profilo e di importante rilevanza mediatica che necessitano di indagini più approfondite. Il vice governatore ha inoltre precisato di “essere in contatto con l’ambasciata italiana in Messico e la Farnesina”

Lopez tuttavia non ha fornito altri dettagli sulle indagini per “non pregiudicare la segretezza del processo” e ha detto che ora “non è contemplata la possibilità che ci sia stato un intervento della polizia municipale di Tecalitlan”, ma ha aggiunto che “si sta valutando anche tale ipotesi”. I familiari dei nostri connazionali di cui si sono perse le tracce lo scorso 31 gennaio, Raffaele e Antonio Russo e di Vincenzo Cimmino, chiedono infatti a gran voce che sia battuta la pista della polizia locale: “Siamo convinti che siano rinchiusi in un carcere. La Farnesina deve insistere sulla pista che porta al commissariato di Tecalitlan dove, nel giorno della scomparsa, un’operatrice ci assicurò al telefono che erano in loro custodia”, queste le loro parole alla stampa.

Italiani scomparsi in Messico, l’appello della famiglia: «Sicuri che siano in carcere»

Del caso questa mattina si è occupata anche la trasmissione di Rai 3, Chi l’ha visto?, nella striscia quotidiana delle 11:30. Durante la diretta i familiari degli scomparsi hanno infatti riferito che “Cinquanta minuti dopo i messaggi vocali che avevano inviato, l’auto di due di loro era in un stradina sterrata”. Le due auto – mai ritrovate – secondo quanto emerso sarebbero state geolocalizzate lungo una strada che collega Tecalitlan e Jilotlan, due diverse città dello stato di Jalisco, terzo stato in Messico con maggior numero di persone scomparse. Lo conferma anche Gino Bergamè, portavoce delle famiglie dei nostri connazionali scomparsi, il quale ha dichiarato di essere stato contattato da parenti di altre persone, da tempo all’oscuro della sorte dei loro congiunti, spariti nel nulla.

Francesco Monte Isola dei Famosi 2018

L’Isola dei Famosi 2018, Francesco Monte non perdona Eva Henger: “Sono disposti a vendere l’anima al diavolo”

Alfa Romeo Sauber Formula 1

Formula 1 2018 Alfa Romeo Sauber presenta la C37: ecco la nuova vettura [FOTO]