in

Italiani scomparsi in Messico news: venduti per mille pesos (44 euro)

Italiani scomparsi in Messico ultime notizie: nuove terribili indiscrezioni giungono da Tecalitlàn, ne dà notizie l’inviato di Chi l’ha visto? che ha assistito all’udienza di convalida dell’arresto dei quattro agenti della polizia municipale di Tecalitlàn fermati “che hanno di fronte un anno di carcerazione preventiva, ma rischiano una pena dai 40 ai 60 anni dopo il rinvio a giudizio”. I fermati  avrebbero ammesso le loro responsabilità circa la “sparizione forzata” di Antonio Russo e Vincenzo Cimmino, di cui si sono perse le tracce  lo scorso 31 gennaio.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti messicani, nel tardo pomeriggio di quel giorno tre agenti della polizia locale avrebbero ricevuto dalla radio l’ordine di fermare due italiani a bordo di una Honda bianca alla stazione di servizio di Tecalitlan. L’ordine sarebbe arrivato dal vice capo Hilario Farias Mejia – irreperibile da giorni così come il comandante Hugo Enrique Martinez Muniz –  il quale avrebbe anche disposto di condurre Antonio Russo e Vincenzo Cimmino in una strada di montagna che porta alla località di Jilotlan De Los Dolores. Ad attenderli sul posto ci sarebbe stata una Mazda rossa con due membri Cartello Jalisco Nueva Jeneracion, ai quali i due italiani sarebbero stati consegnati. In cambio il poliziotto Salomon Adrian Ramos Silva avrebbe ricevuto la promessa di ricevere 1000 pesos, cifra che corrisponde a circa 44 euro. Lo ‘scambio’, secondo quanto emerso, sarebbe lo stesso in cui si è perso il segnale GPS dell’auto noleggiata da Raffaele Russo, che il figlio e il nipote erano andati a cercare quando sono stati fermati.

Leggi anche: Italiani scomparsi in Messico news: gli agenti arrestati sono accusati di ‘sparizione forzata’


Tra i poliziotti arrestati c’è anche una donna, Lidia Guadalupe Lopez Arroyo; si tratterebbe della centralinista che avrebbe risposto alla chiamata di Francesco Russo, che chiedeva notizie dei familiari dopo aver ricevuto i messaggi vocali su WhatsApp di Antonio e Vincenzo, fermati dai poliziotti. La donna in un primo tempo avrebbe confermato il fermo dei due napoletani, ma poi su ordine del vice comandante avrebbe negato il fatto e messo tutto a tacere d’accordo con i colleghi coinvolti. Mistero fitto, invece, sulle circostanze relative alla scomparsa del terzo italiano, Raffaele Russo. Nessun’altra informazione è emersa, inoltre, sul perché gli italiani sono stati consegnati al gruppo criminale, il luogo in cui sono stati portati e quale sia stata la loro sorte, poiché gli agenti fermati hanno detto di non sapere niente in merito.

Isola dei Famosi 2018 Eva Henger

Cecilia Capriotti a Domenica Live: “Francesco Monte sapeva già tutto”

Matrix speciale elezioni: Nicola Porro ospita tutti i leader politici