di Gianluca Sepe in , ,

Ivan Zaytsev intervista esclusiva allo Zar: “Stagione in crescendo, voglio l’oro agli Europei”


 

Ivan Zaytsev intervista esclusiva allo Zar della pallavolo italiana al termine della stagione che ha segnato il suo ritorno in Italia con la maglia di Perugia

Una stagione in crescendo e il sogno europeo. L’analisi dell’annata di Ivan Zaytsev ruota tutta intorno a quanto fatto vedere in campo e quanto ancora c’è da fare visto che lo Zar della pallavolo italiana non si ferma mai. A conferma di questo, anche la sua partecipazione all’evento benefico Wings for Life 2017, che l’ha portato a correre per le strade di Milano allo scopo aiutare la ricerca. Abbiamo intervistato Ivan Zaytsev prima della corsa, per tracciare un bilancio nell’annata del suo ritorno in Italia e per analizzare i prossimi appuntamenti con la maglia della Nazionale italiana.

CLICCA QUI PER LE ALTRE INTERVISTE ESCLUSIVE DI URBANPOST

Ivan Zaytsev intervista volley

E’ tornato in Italia indossando la maglia di Perugia, che sensazioni ha provato?
“E’ stato bellissimo, sono stato spinto dalle mie emozioni e dalle mie origini a tornare nel mio Paese. Non potevo che esserne felice. Sono tornato a vivere vicino alla mia città natale, è sicuramente una grande cosa. Peccato per non essere riusciti a portare trofei in bacheca.”

La Finale persa forse brucia ancora, però rimane il grande calore del pubblico che vi ha spinto ad un passo dal trionfo.
“Si sicuramente. Delle Final Four rimarrà la riuscita dell’evento, di questa due giorni romana in cui c’è stato un grande pubblico e una grande affluenza. Penso che molti appassionati di pallavolo si siano divertiti anche grazie alla copertura mediatica che è stata data all’evento. Il pubblico ci ha dato una grande spinta, specialmente a me visto che quel palazzetto ha un significato particolare, giocarci è sempre un’emozione speciale.”

Cosa è mancato per portare a casa il titolo?
“Contro Kazan era molto difficile, non hanno perso nemmeno una partita quest’anno. Una squadra costruita proprio per vincere la Champions League. Era difficile, partivamo già con gli sfavori del pronostico. Di certo le energie mentali e fisiche spese durante la semifinale contro la Lube hanno comunque inficiato sulla partita anche se tutti eravamo carichi e pronti vista l’importanza della posta in palio. Contro i russi era molto difficile, sono stati più forti.”

La Nazionale andrà ora incontro a World League, Europei e Mondiali. Se dovesse metterli in ordine d’importanza, quale le piacerebbe vincere?
“Durante il periodo della World League sarò a riposo autorizzato da Chicco Blengini, tiferò per i ragazzi. Sicuramente servirà per preparare l’Europeo che è l’evento principale dell’estate. Lo metto al primo posto perché dopo tanti anni che andiamo a medaglia è il momento di portare a casa l’oro. A seguire ci sarà la Coppa del Mondo in Giappone, un bel torneo con le sei squadre più forti al mondo. Ci divertiremo.”

Non è mai facile tornare in campo dopo un’Olimpiade, specialmente se si fa risultato come nel vostro caso. Come giudica la sua stagione nel complesso?
“Non è stato facile per me. Erano anni che non mi fermavo ed erano anni che non sentivo un calo fisico per un così lungo periodo. Noi pallavolisti abbiamo sempre un calo verso novembre dopo le stagioni estive in Nazionale e comunque dopo novembre ci si riprende mentre io purtroppo sono continuato ad andare giù. Ho comunque cercato di fare il massimo tornando nel mio vecchio ruolo di schiacciatore, mi sono dato molto da fare. Sono soddisfatto per il lavoro svolto in palestra perché non ho mai mollato e non mi sono mai tirato indietro. Avrei potuto fare sicuramente meglio ma diciamo che la conclusione della stagione è stata in crescendo, per finire con due prestigiosi premi individuali alle Final Four di Champions League.”

Cosa significa per lei essere parte della Wings for Life?
“Per me significa molto, sono sempre molto sensibile sulle iniziative del sociale. Visto che è una corsa per la ricerca, per raccogliere fondi per le cure per le lesioni al midollo spinale. E’ bellissimo partecipare e fare parte della grande famiglia degli Ambassador di questo evento.”

Ivan Zaytsev intervista volley

Foto credits: RedBull Content Pool/Get Sport Media

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanCalcio

Leggi anche

Commenta via Facebook