in

Jessica Faoro uccisa a Milano: fratello riconosce moglie tranviere e la minaccia

Jessica Faoro uccisa a Milano, ultime notizie: il fratello della 20enne massacrata con 40 coltellate dal tranviere Alessandro Garlaschi la notte del 7 febbraio scorso nell’appartamento di via Brioschi, ha riconosciuto la moglie del killer reo confesso e l’ha aggredita verbalmente. Secondo quanto emerso il giovane, un 21enne, avrebbe estratto una pistola ad aria compressa a bordo del bus dove i due si sono incontrati per caso a Milano. Panico tra i passeggeri del mezzo. Ne dà notizia l’Ansa: “Ha incontrato a bordo di un autobus la moglie del tranviere Alessandro Garlaschi, che il 7 febbraio scorso aveva ucciso sua sorella, Jessica Faoro, con 40 coltellate a Milano. Il ragazzo si è avvicinato alla donna e ha estratto una pistola (che si è rivelata finta) apostrofandola più volte: ‘Voi l’avete ammazzata’. L’episodio sarebbe accaduto intorno alle 13 di ieri a bordo di un autobus della linea 73”.
Delitto Jessica, il fratello della vittima minaccia la moglie del killer Garlaschi

Veronica, moglie del tranviere, il cui ruolo nella vicenda non è stato ancora ben chiarito e definito dalla magistratura, si trovava a bordo del medesimo autobus. Un incontro casuale su un pullman di Milano che ha innescato la sua voglia di vendetta. Il 21enne ha riconosciuto la donna, le si è avvicinato; a quel punto le ha chiesto il nome, lei avrebbe negato ma anche senza avere avuto la conferma che si trattasse proprio della moglie di Garlaschi, ha estratto una pistola ad aria compressa, scatenando il panico a bordo del mezzo.

Leggi anche: Jessica Faoro uccisa a Milano news, moglie tranviere: dal matrimonio farsa alla sudditanza verso Garlaschi

 

Andrea Faoro le teneva gli occhi addosso, poi ha ripetuto più volte: “Voi avete ammazzato mia sorella”La pistola non aveva il tappo rosso che identifica le riproduzioni di armi vere, Veronica, la moglie di Garlaschi, ha pensato che fosse vera ed è stata assalita dal panico; idem dicasi per i passeggeri sul bus che si sono alzati allarmati. La donna a quel punto ha cercato di scappare ed è inciampata sulle scale del mezzo per poi cadere sull’asfalto. Poco dopo una pattuglia della Polfer di Lambrate ha inseguito il mezzo, che intanto era ripartito, e ha bloccato il ragazzo alla fermata successiva, dove sono intervenute anche pattuglia della Squadra volante. Andrea Faoro è stato denunciato per minacce e procurato allarme. Davanti agli agenti il fratello di Jessica è restato calmo, non ha fatto resistenza, limitandosi solo a ripetere sempre la stessa frase: “Quei due hanno ammazzato mia sorella”.

Regolamento parlamentare M5S 2018: come funziona? Cosa cambia rispetto alla passata legislatura

Scadenze fiscali 2018 aprile

Scadenze fiscali aprile 2018: quali date da cerchiare in rosso? Da Spesometro a Iva (GUIDA)