di Michela Becciu in

Killer Budrio news, tracce recenti in casolare: proprietario stabile sotto torchio per ore


 

Killer Budrio news, tracce recenti in casolare: proprietario stabile sotto torchio per ore. Norbert Feher ha dei complici?

igor il russo news

Killer Budrio: trovate tracce recenti in un casolare a Molinella

Killer Budrio ultime notizie: blitz e sopralluoghi dei carabinieri coadiuvati dai cani molecolari ieri pomeriggio in un casolare di via Fiume Vecchio in località Marmorta, appena fuori Molinella (Bologna), e circondata da altre case.

Lì sarebbero state rinvenute e fiutate dai cani tracce recenti del killer di Budrio, ricercato dal 1° aprile. Nascondiglio passeggero del latitante numero uno d’Italia Norbert Feher (alias Igor Vaclavic), assassino di Davide Fabbri, il barista di Budrio ucciso lo scorso primo aprile, e della guardia ecologica Valerio Verri, ammazzato sette giorni più tardi a Portomaggiore durante un controllo sul territorio.

Killer Budrio: chi sta aiutando Norbert Feher? Possibili complici e altri omicidi nel suo passato

Decine di carabinieri e di militari dei reparti speciali, armati, ieri hanno fatto irruzione – lasciando pietrificate le numerose famiglie che abitano nello stabile – nel casolare. Per la precisione i cani hanno localizzato l’odore del latitante in un appartamento a piano terra dove abita un uomo, pare di nazionalità straniera, che in questi giorni si trova ricoverato in ospedale. Fuori dallo stabile i cani molecolari si sarebbero poi diretti velocemente verso i campi che portano al fiume. Norbert Feher potrebbe aver scelto quella via di fuga per dileguarsi e sfuggire alle forze dell’ordine, percorrendo paludi e acquitrini che sembra conoscer bene come le sue tasche.

Killer Budrio: sotto torchio per ore il proprietario del casolare usato come rifugio

A questo punto delle indagini c’è finalmente un elemento concreto sul quale approfondire gli accertamenti: se il fuggiasco è di recente passato di lì qualcuno deve averlo visto. Si è appreso a tal proposito che fino a tarda sera, ieri 19 aprile, il proprietario dello stabile sarebbe stato sentito dai Carabinieri. L’edificio è un grande casolare diviso in una decina di piccoli appartamenti abitati da famiglie italiane e straniere; le ipotesi investigative al momento sono due: o qualcuno ha dato ospitalità al killer in fuga per qualche ora, oppure Norbert Feher è stato così astuto da trovare un nascondiglio in quel casolare senza che nessuno dei suoi abitanti se ne accorgesse.

La caccia a Norbert Feher giunta alla stretta finale?

Il casolare in questione è sito al numero 120 di via Fiume vecchio in località Marmorta, sempre la stessa area nella quale da giorni si stanno concentrando le ricerche di Carabinieri, Forze Speciali e Unità cinofile. In quel fazzoletto di terra, infatti, i cani avevano annusato altre piste tra i campi e le abitazioni. Una conferma questa dei sospetti degli inquirenti: il killer di Budrio non si sarebbe spostato dalla ‘zona rossa’ in tutto questo tempo. Intanto nelle prossime ore a Molinella arriverà il ministro dell’Interno Marco Minniti, che dovrebbe anche incontrare i familiari delle vittime di Norbert Feher. La sensazione è che la caccia al latitante sia arrivata alla stretta finale.

Nelle scorse ore una importante segnalazione è arrivata alle forze dell’ordine: una ragazza di Chioggia che ha riferito alla polizia di aver visto Norbert una settimana prima su un treno diretto a Treviso. A detta della testimone il killer di Budrio sarebbe salito alla stazione di Ceregnano ma, accorgendosi che lei lo stava fissando, si sarebbe spostato in un altro scompartimento.

 

 

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook

EDITORIALE

Parliamo di...