in ,

Kim Kardashian assicura il suo lato B per 15 milioni, ma non sarebbe tutta natura

Protagonista dell’ultima follia delle stars di Hollywood è la bellissima Kim Kardashian, che ha deciso di emulare Jennifer Lopez assicurando il suo sedere per ben 15 milioni di euro. Dopotutto, le sue curve mozzafiato sono leggenda e, nonostante la gravidanza le abbia regalato qualche chilo di troppo, il suo fisico resta comunque tra i più apprezzati tra le celebrità. Secondo una fonte vicina alla Kardashian, sarebbe stato il marito Kanye West a spingere Kim a stipulare il contratto milionario.

Kim Kardashian

Nel valutare il “patrimonio” di Kim Kardashian sarebbero stati tenuti in conto diversi fattori, a partire da quanto il lato B della star influisce sulla sua carriera e quale potrebbe essere l’impatto in caso di danneggiamento. Una storia che si ripete a distanza di anni, dopo il clamoroso caso di Jennifer Lopez che quasi un decennio fa assicurò il suo fondoschiena, da molti ritenuto il “più bello” al mondo. Nel caso della Kardashian, pare però che non sia oro tutto quel che luccica…

Secondo diverse indiscrezioni, la bella Kim sfoggerebbe un lato B non del tutto naturale: qualche volta la star avrebbe, infatti, fatto ricorso a slip imbottiti per accentuare le sue curve. Inoltre, il miracoloso dimagrimento dopo la gravidanza sarebbe merito del chirurgo: “Kim non ha impianti, ma si è fatta iniettare sul sedere il grasso della pancia e delle cosce“, ha rivelato una fonte anonima al tabloid “Closer”. Della serie, come sfruttare i chili di troppo nel miglior modo possibile…

Written by Rosaria Cucinella

Nata nella ridente Sicilia, 21 anni e tanta passione per la scrittura ed il giornalismo online. Amo la cucina, la primavera, i red carpet della gente famosa e i film d'azione. Mi piace la moda ma paradossalmente non amo seguirla: la lunaticità comanda anche il mio stile...

illustratori Premio Compostela

Premio Compostela, concorso per autori e illustratori

José Mourinho

Mercato, clamoroso Mourinho: vuole Javier Zanetti al Chelsea