in

L’Erba Medica Antinquinamento della Protein Factory

Gianluca Molla -che ha ricevuto il 9 Aprile 2012 il premio Mario Rippa– sostiene che in agricoltura è importantissimo avere piante ad uso commerciale, come il mais o la soia e che siano resistenti all’uso di erbicidi. «Il nostro sistema ha però la particolarità di usare un enzima che oltre a proteggere la pianta è anche in grado di ridurre i fattori inquinanti di tali erbicidi, prima che questi si diffondano nell’ambiente».
gianluca molla premio mario rippa

L’enzima in questione, si chiama glicina ossidasi. Spiega Molla: «All’Insubria è stato individuato e modificato, ora è stato consegnato all’Università di Perugia per l’implementazione pratica in alcune piante modello.

Al momento i collaboratori di Perugia stanno sperimentando, con primi successi, l’uso dell’enzima in erba medica, e più avanti potrà essere utilizzato anche in altri tipi di vegetali».

Molla lancia anche un’idea suggestiva, cioè applicare questo enzima ai settori produttivi per ridurre l’impatto ambientale: «Possiamo ridurre i fattori inquinanti nella sintesi dei farmaci: qui cerchiamo di immaginare nuovi processi produttivi, assistiti dagli enzimi per ridurre fattori tossici e inquinanti».

Società Italiana di Biochimica e Biologia Molecolare

La pianta dei miracoli e con i super poteri dunque esiste, «anche se bisogna andarci piano con questo genere di tecnologia», dice il ricercatore, risulta evidente il vantaggio per l’ambiente.

 

Written by Claudio Di Bona

Nato alle pendici del Vesuvio nel 1986, Diplomato al Liceo Scientifico di Gragnano (la Città della Pasta) e Laureato in Scienze della Comunicazione a La Sapienza di Roma. Appassionato di tecnologia, segue con particolare attenzione i mondi Apple ed Android ed i Social Network di Facebook e Twitter.

Banca d'Italia Recessione nel 2013

Andamento del Debito Pubblico 2012, Allarme di Banca d’Italia

ora-legale-2013

Torna l’Ora Solare, Bye Bye Ora Legale