in

La Corte di Strasburgo attacca l’Italia: carceri invivibili per i detenuti

Lo stato di invivibilità delle carceri italiane si traduce in vere e proprie tragedie dietro le sbarre. Il 6 gennaio scorso un detenuto somalo di 38 anni si è impiccato nel carcere Borgo San Nicola di Lecce e questo suicidio si aggiunge ai 94 registrati nel corso del 2012. Precarietà di assistenze mediche e terapeutiche, mancanza di cibo, di spazio, di igiene, la conseguente oppressione e aggressività che ne derivano: questo il quadro delle carceri, di fronte al quale molti preferiscono morire piuttosto che rimanere in vita a queste condizioni.

Da diverso tempo il sovraffollamento nelle carceri è aumentato e le cause sarebbero da ricercare sia nelle nuove leggi, che nella maggiore presenza di immigrati che, pur di guadagnare quanto basta per vivere, si mettono al servizio della malavita. Altra nota dolente, è la mancanza di personale addetto dato che la media è di un agente ogni 150 detenuti. Eppure non è solo sulla costruzione di nuovi edifici o sulla previsione di un aumento del personale che dovrebbe basarsi la revisione della situazione.

Un paese civile dovrebbe garantire la piena disponibilità dei diritti fondamentali non solo ai cittadini liberi, ma anche ai carcerati,mentre in Italia la detenzione è ormai  diventata quasi un annullamento della propria dignità ed esistenza.  E’ proprio su di loro che dovrebbe concentrarsi l’attenzione del Governo e delle amministrazioni locali: la detenzione non è sinonimo di punizione ma di rieducazione.

I detenuti dovrebbero essere recuperati, integrati all’interno della comunità e non maltrattati o puniti per le loro colpe. Eppure non esistono delle vere e proprie organizzazioni no profit pubbliche che sostengono questo recupero dei detenuti, che dovrebbero essere visti di più come persone e come tali ascoltate e soprattutto rispettate nei loro diritti.

Written by Mattia Preziuso

Nato ad Avellino, 21 anni, appassionato di sport, prevalentemente calcio. Studente di Farmacia presso l'Università degli Studi di Fisciano e già collaboratore di altri siti. Segue con particolare attenzione notizie utili e sport.

Santiago, figlio Belen Rodriguez: Maria De Filippi sarà la madrina

L'Aria che tira

Nomi candidati Lista Monti, è Andrea Romano il vero leader