in

Lanna, 16 anni, crolla a terra in spiaggia e non si rialza più. La causa la si trova in tutti i supermercati…genitori avvertono…

I bambini e gli adolescenti sono molto forti e spesso sembrano superare tutto, adattarsi, imparare velocemente e guarire facilmente. Ma ci sono pericoli che possono avere gravi conseguenze e che dovremmo cercare di far capire ed evitare ai nostri figli. Lanna era energica, atletica e aveva una vita sana, era socievole e non aveva mai avuto problemi di salute. Nell’estate del 2014 era in vacanza in Messico con amici e parenti. Un giorno è semplicemente crollata sulla spiaggia, ha avuto un infarto e sfortunatamente non sono riusciti a salvargli la vita. La morte è sempre una tragedia per le persone, ma è ancora più triste quando si tratta di un minorenne. La morte di Lanna sembrava un mistero, nessuno aveva visto nulla che indicasse un pericolo per la sua vita. Dopo un po’, sua madre, Kris, cominciò a sospettare su qualcosa che potesse aver causato la morte improvvisa di sua figlia. (continua a leggere dopo l’immagine)

Lanna era disidratata quando è morta, nonostante avesse bevuto, tuttavia, l’unica cosa che aveva preso era una bevanda energetica, solo pochi minuti prima di crollare. Il cardiologo Jack Wolfson dice a KSAZ Fox 10 che in questo caso l’alto livello di caffeina e zucchero potrebbe aver contribuito alla morte di Lanna, perché era dipendente dalle bevande energetiche. (continua a leggere dopo l’immagine)

“Esistono prove mediche che dimostrano che le bevande energetiche danneggiano la salute, possono causare cambiamenti nella frequenza cardiaca e influenzare la pressione sanguigna”. Kris dice che potrebbe succedere a chiunque, ora vuole avvertire altri genitori. Bisogna rimanere vigili e avvertire i propri figli del pericolo del consumo eccessivo di bevande energetiche.

Stava giocando felice col costumino di Spiderman. A soli 3 anni scompare da casa della nonna. Gli investigatori lanciano subito l’allarme

Ha provato a costringere la figlia 15enne a far sesso con lui, ma non solo. Emerge anche altro. Ecco cosa scoprono dal suo cellulare