di Sabina Schiavon in

Lavorare in Australia: documenti, consigli, visti e informazioni utili


 

Lavorare in Australia: i documenti e i consigli utili per avviare un percorso lavorativo nella “terra dei canguri”

lavorare in australia

Lavorare in Australia è il sogno di molti ma – sebbene spesso pubblicizzato come qualcosa di molto semplice – richiede la preparazioni di molti documenti, visti nonchè una buona dose di organizzazione. Ecco allora i consigli e le informazioni utili per chi vuole trasferirsi e trovare lavoro in Australia.

=> LAVORARE IN SVEZIA: TUTTO QUELLO CHE C’È’ DA SAPERE

Lavorare in Australia, come fare? Prima di ogni cosa è necessario decidere quale sarà la nostra meta ma anche il progetto di vita che intendiamo intraprendere: l’Australia, infatti, è un Paese molto selettivo e non permette a tutti indistintamente di stabilirsi all’interno del territorio in maniera permanente. Ma come fare allora per lavorare in Australia? E’ necessario sapere che la terra dei canguri e della natura incontaminata richiede una documentazione specifica per potervi lavorare: in particolare, a disposizione dei cittadini stranieri vi sono alcuni visti, il cui ottenimento dipende dal progetto di lavoro iniziale.

  • Working Holiday Visa: disponibile per gli under 30, questo visto permette ai giovani con meno di 31 anni di trasferirsi per un intero anno in Australia e di lavorare come stagionali. Il visto è prorogabile per un solo anno;
  • Standard business sponsorship: si tratta del visto più celebre in assoluto e prevede la sponsorizzazione da parte di un datore di lavoro, il quale accetta la responsabilità giuridica e finanziaria del vostro operato. Il visto ha una validità dai due ai quattro anni: a scadenza è possibile richiedere la residenza permanente;
  • SKilled Visa: questo visto è riservato agli under 45 con un’ottima conoscenza dell’inglese nonché una qualifica particolarmente richiesta all’interno del mercato australiano. Per maggiori info è possibile consultare la pagina web dedicata;
  • Visto Business: ultimo tra i visti lavorativi messi a disposizione dall’Australia, viene rilasciato dal governo allo scopo di avviare un’attività imprenditoriale sul territorio australiano. Per potervi accedere è necessario dimostrare di avere esperienze imprenditoriali pregresse nonchè un business plan particolarmente efficace.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook