di Sabina Schiavon in

Lavorare in Svezia: cosa serve, documenti e consigli utili per trovare lavoro


 

Lavorare in Svezia: dall’invio del Curriculum Vitae ai documenti necessari per vivere, ecco tutte le informazioni utili

lavorare in svezia

Lavorare in Svezia: come cercare lavoro nel Paese scandinavo? Cercare lavoro all’estero può spesso risultare complesso e, come abbiamo fatto con la Svizzera o la Germania, anche in questo articolo cercheremo di darvi tutte le informazioni utili per trovare lavoro in Svezia. Come in tutti i Paesi della Comunità Europea, infatti, non sono necessari permessi di soggiorno ma, comunque, sono necessari requisiti particolare per la permanenza non turistica all’interno dei confini svedesi.

Lavorare in Svezia: cosa serve e come trovare un impiego

Trovare lavoro all’estero e, in particolare, in Svezia non è una faccenda “da due soldi”. Sebbene sia risaputo che la Svezia è uno dei Paesi che garantisce il maggior numero di diritti ai lavoratori, c’è da sottolineare che – prima di potervi accedere – è necessario aver trovato lavoro in territorio svedese. Se non si hanno proposte sul piatto, è necessario rimboccarsi le maniche e mettersi alla ricerca: come suggeriamo spesso, un buon Curriculum Vitae è la base per la ricerca di un impiego. Un ottimo CV però non basta: oltre ad una buona conoscenza della lingua inglese, infatti, è consigliabile imparare – anche solo in parte – la lingua del posto. Ma dove inviare la propria candidatura? Tra gli strumenti e gli organi governativi che aiutano i cittadini europei nella ricerca di un lavoro in Svezia segnaliamo l’Arbetsförmedlingen, l’Ufficio di collocamento svedese: per chi vuole trovare lavoro come dipendente per un’azienda svedese, un’ottima risorsa è anche il sito EURES che raccoglie le offerte di lavoro per cittadini europei provenienti dagli uffici di collocamento dei diversi Stati d’Europa.

>>> Lavorare in Svizzera: tutto quello che c’è da sapere <<<

Infine, lavorare in Svezia può voler dire anche creare una propria impresa: in questo caso è possibile reperire tutte le informazioni necessarie sul sito Business Sweden. In generale, comunque, per aprire una propria azienda su territorio svedese è dapprima importante iscriversi – mediante procedure guidate – alla Bolagsverket per poi regolarizzare la propria posizione presso la Skatteverket, l’Agenzia Nazionale delle Entrate. Sugli stessi siti è possibile consultare anche tutte le agevolazioni messe in campo dalla Svezia sia per le imprese giovani sia per le startup innovative europee e relativi bandi.

Lavorare in Svezia: i documenti necessari

Lavorare in Svezia significa anche vivere in Svezia. Se una fonte di reddito – che sia un impiego o una pensione – è necessaria per permettere ad un cittadino europeo di risiedere nel Paese scandinavo, è altresì vero che trovare un impiego in Svezia richiede anche che si debbano sbrigare tutte quelle faccende relative al trasferimento prolungato in un Paese lontano dal proprio. Quali documenti sono quindi necessari a vivere in Svezia? Per poter soggiornare a lungo e quindi lavorare in questo Paese è necessario ottenere il diritto di residenza, semplicemente registrandosi presso l’Anagrafe svedese. Una volta fatto verrà assegnato un codice personale che – come per il Codice Fiscale italiano – garantisce l’accesso a tutti i servizi dello Stato, dalla sanità a quelli riservati ai lavoratori.

>>> Lavorare in Germania: ecco come cercare un impiego in territorio tedesco <<<

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook