di Antonio Paviglianiti in

Lavoro in nero Italia: numeri impietosi, ma come denunciare? (FOTO)


 

Lavoro in nero in Italia, numeri sempre più impietosi: ma come denunciare? Ecco tutto quello che c’è da sapere…

Lavoro in nero Italia

I controlli di “Estate sicura”, nell’ambito dei controlli di lavoro in nero in Italia e contro il caporalato hanno portato frutti. Le 25 indagini avviate dai carabinieri del nucleo Tutela Lavoro hanno permesso di denunciare all’Autorità Giudiziaria 48 persone, delle quali 13 in stato di arresto, responsabili di aver sfruttato complessivamente 203 lavoratori. Su 25mila posizioni lavorative vagliate, 5.593 (il 22%) sono risultate ‘in nero’, ovvero totalmente sconosciute alla pubblica amministrazione, mentre altre 3.398 hanno presentato delle irregolarità; fuorilegge il 68% delle aziende controllate. Dodici milioni gli euro evasi. E’ quanto emerge dai numeri presentati dal ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti con il comandante generale dell’Arma dei carabinieri Tullio Del Sette e il comandante del comando carabinieri per la Tutela del Lavoro Nicodemo Macrì.

>>> TUTTE LE NEWS CON URBANPOST <<<

Lavoro in nero Italia: numeri impietosi, l’indagine Estate Sicura

Il ricorso al lavoro nero (2.145 unità) e in generale al lavoro irregolare (1.508 unità) di immigrati rimane molto alto, attestandosi al 34% circa del totale dei lavoratori controllati. Nei controlli effettuati durante tutto il 2017 spiccano i 2.935 lavoratori in nero riscontrati dal gruppo dei Carabinieri tutela Lavoro di Napoli (che monitora l’area Sud). Sul fronte del caporalato le 25 indagini avviate durante la campagna “Estate Sicura” hanno permesso di denunciare all’Autorità Giudiziaria 48 persone, delle quali 13 in stato di arresto, responsabili di aver sfruttato complessivamente 203 lavoratori. Per quanto riguarda il bilancio su tutto l’anno, su 39 indagini svolte, 74 le denunce, 25 gli arresti e 396 lavoratori sfruttati. I vertici dell’Arma e il ministro Poletti hanno sottolineato comunque come la nuova normativa anti-caporalato abbia permesso di contrastare il fenomeno con più efficacia.

>>> LE OFFERTE DI LAVORO CON URBANPOST <<<

Come denunciare il lavoro in nero?

Esistono diversi modi per denunciare un lavoro in nero. Il primo è quello di inviare una segnalazione alla Guardia di Finanza, compilando il modulo che trovi sul relativo sito. La denuncia non può essere anonima, tuttavia giurisprudenza e Ministero del lavoro ritengono che tanto il nome del denunciante quanto le dichiarazioni dei lavoratori acquisite dalle autorità nel corso dell’ispezione debbano rimanere segrete. In altri termini, il datore di lavoro non ha diritto all’accesso agli atti amministrativi per conoscere chi lo ha segnalato e cosa, nel corso della verifica, hanno detto i suoi dipendenti.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook