in ,

Legge elettorale, fiducia autorizzata dal Governo: domani il voto finale sul “Rosatellum bis”

Con un Consiglio dei Ministri convocato a sorpresa alle 13:30 il Governo ha autorizzato la fiducia sulla nuova legge elettorale, il “Rosatellum bis”. Lo si è appreso al termine del Cdm, ma giù durante tutta la mattinata si erano rincorse voci su un più che probabile ricorso al voto di fiducia per approvare il nuovo testo di legge in tempi brevi.

Leggi anche: Rosatellum bis, cosa prevede la nuova legge elettorale

Era stato proprio lo stesso relatore di maggioranza, Ettore Rosato, a chiedere a Gentiloni la fiducia sul testo di legge approdato a Montecitorio. «Dopo la riunione di maggioranza – aveva detto stamani ai cronisti il capogruppo Pd alla Camera – ho telefonato al premier Paolo Gentiloni riferendo che la valutazione della maggioranza sarebbe che è opportuna la fiducia perché il testo è frutto di un faticoso equilibrio tra maggioranza e opposizione e sottoporlo ai voti segreti metterebbe in difficoltà il complesso del testo».

Poco fa la Ministra per i rapporti con il Parlamento Anna Finocchiaro ha annunciato alla Camera la fiducia sulla legge elettorale. Ora la seduta è stata sospesa ed è in corso la conferenza dei capigruppo. Mentre Finocchiraro annunciava la fiducia sul Rosatellum, i deputati di maggioranza restavano immobili, quelli di M5S hanno urlato sventolando le copie del regolamento di Montecitorio: uno di questi volumi è stato lanciato al centro dell’Emiciclo da Danilo Toninelli di M5S. L’inizio delle votazioni sul Rosatellum era previsto per le 15: 200 gli emendamenti all’esame dell’aula di Montecitorio. Ora la seduta è aggiornata al termine della riunione dei capigruppo, ma per il voto finale bisognerà attendere domani.

Fiducia sulla legge elettorale, Valente (M5S): «Atto eversivo»

«Se il governo dovesse porre la fiducia sul Rosatellum sarebbe un atto eversivo, contro la democrazia, la libertà del voto e la sovranità dei cittadini». Così si era espresso questa mattina il capogruppo alla Camera del Movimento 5 Stelle, Simone Valente. Subito dopo il Cdm che ha dato il via libera alla fiducia, il deputato pentastellato Alessandro Di Battista è arrivato davanti a Montecitorio dove si sono riuniti alcuni manifestanti, ma è stato fischiato da alcuni militanti della Lega.

Fiducia sulla legge elettorale, Speranza (Mdp): «Decisione oltre i limiti della democrazia»

«Mettere la fiducia sulla legge elettorale a pochi giorni dallo scioglimento delle Camere è oltre i limiti della democrazia. Qui si sta scherzando col fuoco. Una legge che toglie la sovranità ai cittadini di scegliere i propri eletti viene approvata togliendo la sovranità al Parlamento. Non voglio credere che sia vero». Sono durissime le parole di Roberto Speranza, coordinatore di Mdp, che ai microfoni di Rtl 102.5 ha promesso «una battaglia fortissima contro questa legge elettorale».

Written by Andrea Monaci

47 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it Ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto, tra gli altri, per il "Secolo XIX" e "Lavoro e Carriere". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Uomini e Donne gossip: Luca Onestini

GF Vip 2017, Luca Onestini si scaglia contro Soleil Sorgé: “Per me non esiste più”

Cristiano Malgioglio

GF Vip 2 Cristiano Malgioglio confessa: “Giusy Ferreri è entrata a X Factor grazie a me”