di Stephanie Barone in ,

Leggings incriminati da una compagnia aerea: “inopportuni” per salire a bordo


 

I leggings, considerati “inopportuni” da una nota compagnia aerea americana, hanno fatto lasciare a terra due ragazze: ecco però la spiegazione.

leggings inopportuni, leggings compagnia aerea, leggings united airlines, leggings gate,

Un vicenda più che curiosa ha visto protagoniste due ragazze e una nota compagnia aerea americana. Cinque persone infatti sono state fermate all’aeroporto di Denver prima di poter salire sul loro volo aereo diretto a Minneapolis. Impossibile per queste persone salire a bordo del volo poiché vestite in modo inappropriato: ad essere incriminati dei leggings, considerati abiti inopportuni e non in linea con il dress code della compagnia aerea. Di quelle cinque persone ben tre, tra le quali una bambina, hanno coperto con altri abiti i leggings per poter salire a bordo dell’aereo mentre altre due ragazze si sono rifiutate e sono state lasciate a terra dalla compagnia aerea.

=> Volete essere sempre aggiornati? Seguiteci anche sulla nostra pagina Facebook!

A denunciare l’accaduto su Twitter, essendone stata testimone direttamente, è stata l’attivista Shannon Watts che sul noto social network ha lanciato l’hashtag #leggingsgate contro la compagnia aerea con l’intento di boicottarla. A rispondere a tono, mantenendo la propria linea operativa e spiegando le motivazioni di quella scelta è direttamente la compagnia aerea che, sempre su Twitter, ha spiegato che le persone alle quali è stato chiesto di modificare il proprio abbigliamento prima di salire a bordo erano passeggeri (amici o parenti) del personale della compagnia con biglietti speciali.

La compagnia aerea ha infatti voluto chiarire in una nota la situazione relativa ai leggings incriminati: “Uno dei vantaggi di lavorare per una compagnia aerea è che i nostri dipendenti possono viaggiare per il mondo gratuitamente o a prezzi fortemente scontati. Ancora meglio, si può estendere questo privilegio a parenti o amici. Quando si approfitta di questo beneficio, tutti i dipendenti sono considerati dei rappresentanti di Stato. E come la maggior parte delle aziende, abbiamo un codice di abbigliamento che chiediamo venga rispettato. Le passeggere di questa mattina non erano conformi al nostro dress code. Per i nostri clienti abituali, i vostri leggings sono i benvenuti.” Insomma per la nota compagnia aerea tutti gli outfit dei propri clienti “paganti” sono i benvenuti, ma noi di qualche leggings di troppo faremmo volentieri a meno.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanDonna

Leggi anche

Commenta via Facebook