in ,

L’Eredità 2018 Rai quando inizia? Flavio Insinna al timone, ecco le ultimissime

L’Eredità 2018 Rai quando inizia? Cosa sappiamo sul quiz-game show più amato dagli italiani e che da ormai marzo scorso sentono, irrimediabilmente, la mancanza di Fabrizio Frizzi. L’eredità è un quiz televisivo a premi che va in onda dal 29 luglio 2002 su Rai 1 in fascia pre-serale. Il programma prevede una sfida tra sette concorrenti in diverse prove, fino ad arrivare alla proclamazione del vincitore della puntata che potrà così accedere alla fase finale del gioco, la Ghigliottina. Ideato da Amadeus e Stefano Santucci, il programma, prodotto in collaborazione con Magnolia, ha avuto un grande successo e con oltre 3500 puntate è il quiz più longevo della televisione italiana. E adesso tocca a Flavio Insinna…

Leggi anche: Tutte le ultime news sul mondo della TV con UrbanPost

L'eredità questa sera non va in onda

Quando inizia L’Eredità 2018?

Lunedì 24settembre il quiz Campione di Ascolti più longevo della televisione italiana riprende il suo posto sugli schermi di Rai1, tutti i giorni alle 18.50 con la conduzione di Flavio Insinna. Con alle spalle oltre 3700 puntate, l’Eredità è giunta alla sua 17° edizione, guidata da Amadeus, Carlo Conti e il non dimenticato e indimenticabile Fabrizio Frizzi. Tornano anche le amate “Professoresse”: Eleonora Arosio, Laura Dazzi, Chiara Esposito e Vera Santagata sono pronte a proporre nuovamente dalle loro postazioni la simpatia, i sorrisi e le pillole di curiosità con le quali hanno conquistato gli spettatori. E torna anche l’altra grande forza del programma: i circa 1.500 concorrenti che anche quest’anno si contenderanno il tesoro della Ghigliottina. Nell’ultima edizione hanno vinto in 29. E quest’anno? L’Eredità è un programma di Rail realizzato in collaborazione con Magnolia S.p.A.

Flavio Insinna a L’Eredità: ecco tutte le ultimissime

“Ha presente Padre Rodrigo, il personaggio interpretato da Roberto De Niro nel film Mission, quando trascina dietro di sé una rete piena di pesanti armi per espiare le colpe del suo passato da mercenario e uomo violento? Ecco, mi ritrovo nella sua stessa situazione”, dice Insinna in un’intervista rilanciata dal settimanale “Spy”. Il conduttore, alla vigilia di un impegno così importante, comprende chi lo pugnala ma chiede una seconda opportunità come aveva avuto De Niro nel film-capolavoro diretto da Roland Joffé, che alla fine era riuscito a trovare la pace. “Io sono uno impietoso verso me stesso nei risultati, negli sbagli, negli atteggiamenti. Non sono uno che pretende tutto dagli altri e non fa niente per se stesso, tutt’altro. Quelle critiche le capisco perfettamente perché non mi sono perdonato io per primo. Potrei trovare una giustificazione o dire ‘vabbè’, no: sono un samurai verso me stesso e dico che ci vuole tempo. Quando finirà questo tempo? Non so dirlo”.

FLAVIO INSINNA NEWS

Governo Conte news, il Premier convoca vertice: Salvini contro il Movimento 5 Stelle

I Bastardi di Pizzofalcone 2 quando inizia, cast, attori, trama, puntate e dove è ambientata: tutto sulla fiction RaiUno