di Andrea Monaci in

Liberi e Uguali, Civati: «D’Alema? E’ l’ombra che non fa dormire Renzi»


 

«D’Alema? E’ l’ombra che non fa dormire Renzi». Pippo Civati parla di Liberi e Uguali, la nuova alleanza elettorale a sinistra, e dell’investitura a candidato premier di Pietro Grasso: la risposta a Matteo Renzi sul ruolo di Massimo D’Alema

Giuseppe Civati (Liberi e uguali) è intervenuto oggi ai microfoni di Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano. Civati ha risposto alle parole di Matteo Renzi che ha parlato di Massimo D’Alema come “manovratore” dietro la candidatura di Pietro Grasso. «Penso che Grasso tutto sia tranne che dalemiano o dipendente di D’Alema –  ha detto Civati – Noi abbiamo lavorato un anno per unire questi partiti di sinistra, è stato molto politicista il dialogo finora, adesso è liberatorio. Ora siamo insieme, abbiamo una classe dirigente giovane, al di là delle ombre che vede Renzi e che non lo fanno dormire, noi dormiamo bene la notte. E’ una sinistra per il governo e per la Repubblica. Io spero che arrivi subito Laura Boldrini e altre personalità importanti di sinistra».

Sulle critiche di Ingroia a Liberi e uguali e a Pietro Grasso, Pippo Civati ha detto: «Quella storia tra Grasso e Caselli appartiene al passato, i due si sono anche chiariti, io inviterei tutti a guardare avanti. Ingroia mi sembra molto polemico, molto nervoso. Mi dispiace, perché lui aveva lanciato una lista qualche giorno fa e ora si ritrova un po’ oscurato, quindi è normale che sia un po’ arrabbiato. Pietro Grasso è stata una scelta condivisa, è un bel candidato di cui ci si può fidare e noi ci fidiamo sicuramente».

Infine, Civati ha risposto ad una domanda sull’ipotesi di alleanza con M5S. «Ognuno di noi prenderà i suoi voti e poi si faccia una discussione vera sui possibili alleati –  ha detto l’esponente di Liberi e Uguali – La verità è che i 5 stelle hanno trovato un osso duro, perché attrae molti suoi elettori. Per chi ha dell’onestà un marchio, diciamo che anche Grasso può dire onestà e ripeterlo. Inoltre incarna il rispetto delle istituzioni, a differenza di quell’antiparlamentarismo strisciante. Mi rendo conto che loro come avversario preferiscono D’Alema».

Foto: [CC BY 3.0 it or CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Leggi anche

Commenta via Facebook