in

Libri italiani da leggere in vacanza: 5 titoli scelti per voi

Aria di ferie, tempo di vacanze. Quale miglior modo di rilassarsi se non la lettura di un buon libro? Abbiamo scelto per voi 5 titoli di libri italiani da leggere in vacanza. Che sia un thriller, un romanzo rosa o un fantasy importa poco: nessun altro sarà capace di farvi viaggiare nel tempo e nello spazio. E senza l’ingombro dei bagagli per giunta! Chi ha scelto di partire per il mare o per la montagna, parimenti chi per un motivo o per un altro è costretto a restare in città, potrà dilettarsi con alcuni imperdibili titoli del 2018. Ecco quindi una breve lista che vuole accontentare i gusti di ogni lettore.

Per gli amanti del giallo Il metodo Catalanotti di Andrea Camilleri (editore Sellerio). Un nuovo difficile caso per il commissario Montalbano. Tutto ha inizio quando Mimì Augello per sfuggire al marito dell’amante di turno è costretto a calarsi dalla finestra della casa di lei. Nell’appartamento del piano di sotto però al buio riesce a distinguere sul letto un cadavere ben vestito. Di un morto ammazzato ritrovato sul letto viene informata la polizia, solo che non si tratta di quel morto, perché è in tutt’altra casa, anche lui con l’abito buono. Cosa è successo? L’atmosfera richiama quelle teatrali e come nei migliori gialli niente è come sembra…

Resto qui, edito da Einaudi, è il nuovo romanzo di Marco Balzano, il vincitore del Premio Campiello 2015. Il libro parte da una suggestione, ravvisabile anche in copertina: si tratta del campanile mezzo affondato della chiesa di Curon, un villaggio della Val Venosta sommerso nel 1950 a seguito della costruzione di una diga. Una rivelazione, un romanzo da leggere tutto d’un fiato.

Per chi non sa fare a meno dell’amore suggeriamo Io, te e il mare (Mondadori), il libro d’esordio della giovane Marzia Sicignano. Un romanzo, sospeso tra prosa e poesia, che racconta la felicità del primo amore, la voglia di appartenersi, di conoscersi. Entusiasmo e coraggio, prime volte e giovinezza. Sullo sfondo il mare, il più romantico dei luoghi. Metafora della bellezza, dell’incoscienza, del sentimento.

Fresco di uscita è La casa di cartone (Quodlibet), l’ultimo romanzo tristemente umoristico di Roberto Moliterni, scrittore e sceneggiatore italiano, vincitore nel 2010 del Premio Malerba, in cui viene narrato l’amore ai giorni nostri. Si inizia con le foto su facebook, poi si passa ai messaggi scambiati su whatsapp. Le vacanze all’estero si trasformano in week end mordi e fuggi dai parenti. Le cene a base di kebab lasciano il posto alle uscite pomeridiane all’Ikea. «Perché oggi una relazione non dura più del mobilio di truciolato compresso!».

Per i palati raffinati la proposta non può che essere La ragazza con la Leica, di Helena Janeczek, pubblicato da Guanda, vincitore del Premio Strega 2018. Il romanzo racconta la storia di Garda Taro, straordinaria fotografa degli anni Trenta, la sua dedizione al lavoro e l’amore travolgente con Robert Capa. Un libro piacevole, ben scritto, che prendendo per mano il lettore lo accompagna nella memorabile Parigi della Bella Epoque.

Che altro dire? Ah già, buona lettura a tutti!

Leggi anche –> Meteo prossimi giorni: quando finisce il caldo africano? 

Assunzioni Ferrovie dello Stato 2018

Assunzioni Ferrovie dello Stato agosto 2018: offerte di lavoro come macchinisti, non c’è bisogno di esperienza (REQUISITI)

Chi è Giampaolo Rossi, possibile presidente Rai in alternativa a Marcello Foa