in ,

Ligabue tour stadi nel 2019? L’annuncio: “Vedo un anno pieno di concerti”, ecco i dettagli

Luciano Ligabue tornerà in tour nel 2019, ad annunciarlo il cantautore reggiano dal palco del Collisioni Festival di Barolo di fronte a migliaia di fan accorsi per incontrarlo: «Il 2019? Lo vedo pieno di concerti», ha rivelato. La tournée inizierà probabilmente a fine primavera e dovrebbe toccare i principali stadi italiani (già fissata – secondo la Gazzetta del Sud – una data a luglio allo Stadio San Filippo di Messina). L’ultima tournée negli stadi del rocker di Correggio risale all’estate 2014. In quell’occasione Ligabue suonò tra maggio e settembre in undici stadi (con un doppio appuntamento allo Stadio Olimpico di Roma e allo Stadio San Siro di Milano) per promuovere l’album Mondovisione.Ligabue Made in Italy Tour 2017

Luciano Ligabue a Verissimo: la vita privata

“Da bambino volevo fare l’attore. Volevo essere come Giuliano Gemma, perché nei film western era sempre quello buono. Dopodichè nella vita ho capito che è una cosa per la quale non sono proprio portato, non so recitare. Eventualmente sto meglio dietro la macchina da presa a dirigere gli altri”. Queste le parole di Luciano Ligabue a Verissimo in occasione della presentazione del suo terzo film da regista dal titolo “Made in Italy”. Lo speaker radiofonico, metalmeccanico, consigliere comunale, ragioniere, cantante e regista, parlando della sua vita privata e della sua infanzia e gioventù con Silvia Toffanin ha poi detto: “Penso che mi abbia fatto bene portare per un po’ di anni a casa uno stipendio una volta al mese. Cominciare a 30 anni ha voluto dire partire con un po’ di prudenza. A 20 anni credo che avrei perso facilmente la testa, avrei fatto più stupidaggini di quelle che ho fatto comunque”.Ligabue 10 curiosità

Luciano Ligabue a Verissimo: la colpa del successo

Aver conosciuto tanta notorietà in età matura non ha evitato a Luciano di sentirsi anche a disagio. Il rocker ha con fessato: “Mi sentivo in colpa per il successo che avevo raggiunto, sono andato un po’ in crisi, perché ero abituato a portare a casa 1 milione di vecchie lire al mese, a fare i conti con quelli. Adesso dico: ho successo ma lavoro tanto”. Oltre a ciò Ligabue ha preso le distanze dalla figura di  rocker maledetto: “Tante volte il rock viene visto come un genere per cui uno deve avere un certo tipo di atteggiamento, avere un certo tipo di ‘maledettismo’. Io non mi sono mai riconosciuto in questo, l’ho sempre visto come un cliché”.

qaquila cadavere in giardino reiss romoli

L’Aquila: cadavere nel giardino della scuola Reiss Romoli, la macabra scoperta del giardiniere

Niccolò Bettarini accoltellato fuori dalla discoteca: 4 fermi, cosa è emerso dalle telecamere