in

Livorno: Natale di paura, rapine in ville e supermarket

I malviventi sequestrano e malmenano la padrona di casa, sua figlia e un’amichetta della ragazzina. Il bottino è di seimila euro, due orologi di valore e il Suv di famiglia.

Poche ore dopo, ancora a Montenero, un altro episodio inquietante. All’interno di una villa, una donna sta allattando il figlio quando sente strani rumori proveniente dal giardino. Insospettita, chiama la Polizia che interviente tempestivamente. I rapinatori, tuttavia, ci riprovano, non appena le volanti si allontanano. E’ un attimo: con il piede di porco forzano la porta d’ingresso. Per fortuna gli agenti, rimasti in zona, accorrono e sventano la rapina anche se i ladri riescono a fuggire.

Violenza Sessuale Milano Giambellino

Il terzo episodio si verifica all’ora di pranzo, giovedì 2o dicembre al Supermercato Coop nella centralissima via Mastacchi. Un rapinatore solitario, casco integrale in testa e pistola puntata in faccia alle cassiere, si fa consegnare i 3000 euro d’incasso della mattina prima di fuggire a bordo di uno scooter.

Tre episodi in poche ore, l’escalation di criminalità che sembrava non aver interessato la città è arrivata anche a Livorno. E ora la gente ha paura.

 

Written by Fabrizio Pucci

Fabrizio Pucci nasce nel 1970 a Livorno, città dove risiede. Nel 1984 pubblica il primo articolo, la presentazione della partita di calcio Livorno-Ancona. Dopo il Liceo inizia una serie di collaborazioni con radio e tv che con gli anni lo porteranno fino a Tele+ e Sportmediaset. Attualmente collabora con Il Tirreno di Livorno. Appassionato di Sport, non si perde una partita del 'suo' Livorno per lavoro, ma anche per amore della maglia amaranto. Pessimista di natura, perché è sempre meglio prepararsi al peggio per poi festeggiare il meglio.

Juventus - Napoli Campionato Serie A

Napoli, rapinato Behrami: rubato orologio

Fine Calendario Maya, il Doodle di Google