in ,

Lorenzo Crespi a Domenica Live: “Due proiettili calibro nove indirizzati a me”

Dichiarazioni shock di Lorenzo Crespi a Domenica Live. L’attore ha parlato di: “due proiettili calibro nove indirizzati a me” per iniziare a spiegare il complotto contro di lui  e per svelare alla gente tutta la verità. Stufo di sentirsi dare del pazzo, di sentirsi dire che è povero quando non è vero, stufo che tutti abbiano una opinione sbagliata e lo trattino di conseguenza, Crespi ha raccontato la sua verità nel salotto di Barbara d’Urso. L’attore ha però iniziato a parlare dei tweet scritti negli ultimi giorni sul noto social. Le sue parole sono state fraintese ed era bene fare chiarezza. Crespi non ha mai voluto attaccare Barbara d’Urso, così come non ha mai detto di essere povero. La sua denuncia era ben diversa.

Lorenzo Crespi a Domenica Live: mi hanno lasciato al buio e al freddo

Questi ultimi otto giorno sono stati massacranti … abbiamo buttato quattro anni di cure (…) Io non sono un uomo povero …  Ho avuto questi otto giorni di gelo passati su un divano … non penso che un essere umano poteva resistere a quello che ho dovuto passare io … Abitavo in una casa che non era intestata a me, le utenze non erano intestate a me… e mi hanno lasciato al freddo“. Queste le parole di Lorenzo Crespi per spiegare i suoi cinguettii. Cosa è accaduto? La casa in cui vive a Roma non era intestata a lui, così come le bollette. L’attore ha ricevuto l’istanza di sfratto, ma mentre si stava organizzando per lasciare l’appartamento, prima delle elezioni politiche, hanno pensato bene di staccargli tutte le utenze a causa delle bollette non pagate, ma non da lui, bensì dalla società che gli aveva dato l’appartamento. Ecco perché Crespi era arrabbiato. E’ dovuto rimanere in casa al freddo e al gelo, nei giorni in cui a Roma nevicava, senza aver modo di potersi riscaldare in alcun modo. 

Lorenzo Crespi e Barbara d’Urso: le altre verità

Per spiegare a tutti che non ha mai voluto in alcun modo attaccare Barbara d’Urso l’attore ha poi aggiunto: “Barbara attaccare te? Io devo stare qui fino a fine maggio. Lo vogliamo dire che stiamo facendo un percorso insieme …“. Crespi ha poi detto anche di non essere povero spiegando, però, che le ultime notizie circolate sul web abbiano fatto sì che la signora che voleva affittargli casa rinunciasse. “Ho trovato casa a Messina … una signora mi aveva affittato casa … subito.. 600 euro al mese.. la signora mi ha chiamato dicendo mi scusi io la casa non gliela do più (…) Anche se venissi una volta ogni tre mesi, potrei pagarmi tre anni di affitto. Vengo qui, prendo il mio gettone … il mio gettone non è piccolo“.

lorenzo crespi malattia

Lorenzo Crespi a Domenica Live: il complotto

Crespi ha poi parlato di un complotto contro di lui. Senza fare nomi precisi Crespi ha detto: “Nel febbraio 2007, mentre stavo lavorando… Signor Crespi c’è posta per lei…  durane la lavorazione della mia fiction trovo una busta con due proiettili calibro nuove“. L’attore ha parlato di questo fatto per dire di non aver mai abbandonato la fiction Gente di mare volutamente. Continuando Crespi ha poi detto di aver vissuto per tempo, nel terrore, sotto la protezione del Colonnello Massimo Deiana Io inizio a vivere là dentro con terrore. Vi hanno nascosto tutto. Io andavo sul set vestito da Cacciatore di Calabria. Prima di ogni mia ripresa passava l’elicottero….“. Crespi ha poi parlato di ‘Ndrangheta…. ed accusato la stampa di non aver parlato di questo fatto: “Visto che stavo lavorando con loro dovevano dirlo. Io ero in piena carriera. Avevo girato Pompei un mese prima. Il primo attore italiano a girare un kolossal della Lux.  Nessun produttore, nessun funzionario ha detto la verità…“.

Grande Fratello Valeria Marini

Valeria Marini all’Isola dei Famosi 2018: tutte le indiscrezioni

pescara alessandro neri news

Omicidio Alessandro Neri: la madre interrogata per tre ore, novità dall’autopsia