in

Loris Stival processo: Veronica Panarello disapprova parole avvocato Andrea Stival

Omicidio Lorys Stival: nel giorno in cui il pm Marco Rota ha chiesto la conferma in appello a 30 anni di reclusione per Veronica Panarello, il suo legale Francesco Villardita ha annunciato fuori dall’aula della Corte d’assise d’appello di Catania, dove si sta svolgendo il processo di secondo grado con rito abbreviato a carico della donna, l’intenzione di chiedere una nuova perizia psichiatrica per la sua assistita. “Al termine della mia discussione al processo riproporrò la richiesta della riapertura del dibattimento finalizzata alla nuova perizia psichiatrica che ci è stata negata in apertura del processo di secondo grado. La Corte in quel caso non è stata risoluta, si è espressa dicendo che allo stato rigettava la mia richiesta. Oggi alla luce della requisitoria dei pubblici ministero ritengo sia necessaria la perizia psichiatrica“, ha detto l’avvocato.

processo loris 3 ottobre

Leggi anche: Nel nome di Lorys, Davide Stival: intervista esclusiva di UrbanPost al suo avvocato, Daniele Scrofani

Veronica Panarello: disappunto in aula quando parla il difensore del suocero

In aula presente Veronica Panarello, assente invece l’ex marito Davide Stival, che ha deciso di non presenziare al processo d’appello. La donna oggi avrebbe mostrato un atteggiamento di stizza quanto ha preso parola il difensore di Andrea Stival, Francesco Biazzo, il quale nel suo intervento in aula ha rimarcato le accuse infondate della imputata nei confronti del suocero e la totale estraneità ai fatti dell’uomo. Totale il disappunto di Veronica Panarello che, come sappiamo, continua a portare avanti la sua versione dei fatti anche in appello: sostenere, pur senza riscontri oggettivi emersi dalle investigazioni, che sarebbe stato suo suocero, nonché nonno paterno del piccolo Lorys, ad uccidere il bambino.

Nel nome di Lorys: il dramma di un padre, il coraggio di raccontare il suo dolore (RECENSIONE)

Veronica Panarello: il padre critica il libro ‘Nel nome di Lorys’

Presente in aula Franco Panarello, padre di Veronica, il quale ai microfoni di La vita in diretta ha dichiarato: “Credo a mia figlia”. L’uomo ha poi usato parole critiche riguardo ad alcuni passaggi del libro che Davide Stival ha scritto per mano di Simone Toscano e l’avvocato Daniele Scrofani, Nel nome di Lorys: “Il libro l’ho fatto avere io a mia figlia, che lo ha letto. Ci sono alcune cose che non sono vere … baggianate … ma preferisco non dire niente. E anche Veronica in questo momento preferisce non dire niente al riguardo”.

 

 

Striscia la Notizia Franco Terlizzi su Eva Henger: “Parecchi erano disposti ad appoggiarla nella sua denuncia del canna-gate”

The Voice of Italy 2018: Francesco Renga a caccia di 12 talenti per il suo team