in

Lorys Stival news, il libro di Davide porterà Veronica Panarello a una confessione completa?

Omicidio Lorys Stival ultime notizie: Veronica Panarello pronta a confessare come davvero sono andati i fatti la mattina del 29 novembre 2014? Questa la speranza dell’ex marito Davide Stival, autore insieme a Simone Toscano e il suo legale Daniele Scrofani del libro “Nel nome di Lorys”, che racconta la terribile vicenda che ha visto vittima un bambino di 9 anni. Un delitto per il quale è stata condannata in primo grado a 30 anni di reclusione la madre del piccolo, Veronica.

veronica panarello accusa di nuovo al marito

Leggi anche: Nel nome di Lorys, Davide Stival: intervista esclusiva al suo avvocato, Daniele Scrofani

Davide, intervistato da Gianluigi Nuzzi a Quarto Grado, ha concluso il suo intervento tv con un interrogativo ancora in attesa di risposta: “Veronica, vorrei sapere cosa ti ha fatto di male nostro figlio per meritare questo, di essere ucciso?”. Sì, perché Veronica Panarello tutta la verità su quei terribili fatti – è agli atti – non l’ha ancora detta e Davide, affranto dal dolore per avere perso un figlio, ancora non sa perché. Né il giudice Andrea Reale che l’ha condannata, né il marito della Panarello, infatti, hanno mai creduto al movente fornito dalla donna: la presunta relazione sessuale con il suocero Andrea Stival, scoperta dal piccolo Lorys e ucciso per essere messo a tacere, poiché il bimbo – sempre secondo l’ennesima versione fornita dalla madre – aveva intenzione di raccontare tutto al suo papà, spesso fuori casa per lavoro.

Lorys Stival news Quarto Grado: Veronica Panarello dice la sua sul libro scritto dal marito Davide

intervista daniele scrofani

Veronica nega di avere commesso il delitto, e come riferito dal suo avvocato a Quarto Grado, continuerà ad accusare dell’omicidio suo suocero, anche nel processo d’Appello che la vede imputata a Catania. Ancora non ha letto il libro “Nel nome di Lorys”, poiché in carcere non può essere introdotto per via della sua copertina rigida. L’avvocato Villardita ha riferito che quanto prima farà in modo di consegnarglielo. Come reagirà la donna quando leggerà tutti i retroscena della sua vita privata messi nero su bianco in quelle pagine dal marito? Ma soprattutto, leggendo oltre le righe il disperato appello di Davide Stival, che da tre anni la implora di raccontare tutti i fatti per come sono andati in quel terribile giorno, deciderà di rilasciare dichiarazioni spontanee in aula nell’udienza del prossimo aprile? Se lo augurano gli autori del libro, nella speranza che “Nel nome di Lorys” funga da input in lei, inducendola a buttar fuori l’indicibile, il pezzo mancante di questa drammatica vicenda familiare e il suo perché. Poiché solo lei lo conosce, solo lei può dirlo.

Concorso Polizia Penitenziaria 2018 esame: modalità di svolgimento, prove scritte e fisiche, tutte le news

maltempo neve code autostrade oggi

Meteo in tempo reale, neve a Roma e al Centro: situazione traffico e strade bloccate