in ,

Luzzara, mamma uccide i due figli e tenta il suicidio

A Luzzara, in provincia di Reggio Emilia, una giovane mamma ha dapprima ucciso i due figli piccoli di 5 e 2 anni e poi ha tentato il suicidio. La macabra scoperta è stata fatta oggi, 7 dicembre 2017, intorno alle 17:00 circa in una area golenale. La donna si trovava infatti in auto nei pressi dei laghi artificiali di cava con accanto il cadavere del bimbo ricoperto da un panno. A notare la Fiat Stilo Station Wagon è stato un pastore che si aggirava nella zona intorno alle 16:00 circa. L’uomo si è avvicinato all’auto e vedendo la donna agonizzante con una profonda ferita nell’addome ha subito dato l’allarme e chiamato i soccorsi.

Leggi qui tutte le news di cronaca 

Accorsi sul posto gli inquirenti hanno scoperto il primo cadavere all’interno dell’auto. Non c’era più nulla da fare, infatti, per il figlio di cinque anni della donna. Per ore, poi, i carabinieri hanno cercato nei dintorni tracce della seconda figlia. La bimba, di due anni, è stata, però, ritrovata senza vita poco più tardi nella casa di famiglia a Suzzara, in provincia di Mantova. La bambina è stata assassinata forse per soffocamento mentre il fratello più grande è stato ucciso con una coltellata. Molto probabilmente la giovane madre ha utilizzato uno coltello da cucina, lo stesso con cui, poi, ha tentato di ammazzarsi.

La donna, è stata portata in gravi condizioni all’ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia. La trentanovenne pare non essere in pericolo di vita.  Gli inquirenti si sono quindi recati a casa della famiglia del padre dei piccoli. La famiglia era molto noto in paese. Qualsiasi informazione sarà utile per ricostruire quanto accaduto nel pomeriggio e per capire cosa abbia potuto spingere la donna a compiere un gesto così estremo.

Pensioni 2017 news: Opzione Donna, le lavoratrici avviano lo sciopero della fame

Pensioni 2017 news: Opzione Donna, le lavoratrici avviano lo sciopero della fame

Replica Le Tre Rose di Eva 4 del 7 dicembre 2017: ecco dove vedere il video integrale