di M.B. Michela in , ,

M5S arrestato candidato in Sicilia, Fabrizio La Gaipa: l’accusa è di estorsione


 

M5S arrestato candidato in Sicilia, Fabrizio La Gaipa: l’accusa è di estorsione. Lʼimprenditore 42enne è finito ai domiciliari per presunta estorsione a due suoi dipendenti

arrestato candidato m5s in sicilia

M5S: arrestato Fabrizio La Gaipa con l’accusa di estorsione. L’uomo, imprenditore 42enne, primo dei non eletti nella provincia di Agrigento alle scorse elezioni regionali siciliane, è stato fermato  nelle prime ore di oggi, martedì 14 novembre, dallaa squadra mobile di Agrigento.

Indagato, La Gaipa è proprietario e gestore del noto albergo sito nel litorale agrigentino di San Leone, ‘Costazzurra Museum&Spa’, e ora si trova agli arresti domiciliari. Secondo quanto emerso è accusato da due dipendenti di pesanti irregolarità sulle dichiarazioni al fisco; accuse che avrebbero trovato riscontro nella inchiesta coordinata dal procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio. Iscritto nel registro degli indagati per i medesimi reati anche il fratello di La Gaipa, Salvatore, a cui è stato imposto il divieto di dimora in città.

>>> TUTTE LE NEWS CON URBANPOST <<<

Fabrizio La Gaipa era l’unico candidato nel collegio di Agrigento per le elezioni regionali ed era arrivato terzo con 4357 voti. Alla sua campagna elettorale avevano partecipato anche il vice presidente della Camera, Luigi Di Maio, il parlamentare Alessandro Di Battista e il candidato a Governatore in Sicilia, Giancarlo Cancelleri. Le accuse a suo carico sono emerse dopo le indagini degli inquirenti inerenti a presunte irregolarità dei contratti di lavoro e alla rispondenza fra gli emolumenti dichiarati e quelli effettivamente versati ai lavoratori che ora lo accusano.

Le accuse al candidato pentastellato

Secondo le accuse l’imprenditore avrebbe costretto due dipendenti del suo hotel a firmare buste paga false. Ci sarebbero delle registrazioni in mano agli inquirenti fatte dalle vittime nel corso di alcuni colloqui che incastrerebbero La Gaipa. Una terza persona coinvolta e già ascoltata dalla squadra mobile avrebbe fatto altre ammissioni a carico dell’indagato.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook