in

Macchie sulla pelle: cosa sono e come trattarle

Il problema della macchie sulla pelle è molto diffuso e l’estate è la stagione in cui bisogna prestare maggiore attenzione. Infatti, l’esposizione ai raggi solari aumenta e porta con sé alcuni effetti indesiderati sulla pelle, come l’insorgere di macchie di vario genere e dimensioni. Vediamo quali sono le cause che provocano le antiestetiche macchie della pelle, come contenerle e come prevenirne la comparsa.

Iperpigmentazione: cos’è e come si manifesta

L’iperpigmentazione è alla base della formazione di macchie sulla pelle in quanto consiste in uno scurimento della pelle causato da anomale concentrazioni di melanina, il pigmento responsabile dell’abbronzatura. L’esposizione ai raggi solari attiva l’azione dei melanociti, le cellule specializzate nella produzione del pigmento bruno della pelle o melanina. Quando alcuni melanociti producono melanina in quantità superiore agli altri, la colorazione dell’epidermide avviene a macchie. L’iperpigmentazione si manifesta visivamente attraverso la comparsa di zone più scure sulla pelle, come le lentiggini. Quella causata dal sole riguarda soprattutto chi ha la carnagione chiara. Sebbene il sole sia uno dei principali responsabili dell’iperpigmentazione, tale fenomeno può essere innescato anche da altri fattori. Lesioni cutanee, come tagli e scottature, ed infiammazioni dovute ad acne o lupus possono causare la cosiddetta iperpigmentazione post-infiammatoria. Gli sbalzi ormonali e alcune terapie farmacologiche sono invece alla base di altre macchie della pelle: nelle donne in gravidanza, per esempio, è frequente il melasma.

Rimedi per contenere l’insorgere delle macchie

Esistono diversi i rimedi per contrastare l’iperpigmentazione. Per trovare il trattamento più efficace è necessario comprendere quali siano le cause del problema: esposizione al sole o sbalzo ormonale? Una manifestazione post-trauma o l’effetto collaterale di un farmaco? Tra i metodi più efficaci per contenere l’iperpigmentazione ci sono applicazioni topiche, quindi localizzate, a base di alfa-idrossiacidi e retinoidi. Sono adatte per trattare qualsiasi tipo di iperpigmentazione, hanno un’azione esfoliante e rigenerante. Anche l’acido azelaico, generalmente impiegato per l’acne, si è rivelato efficace per arginare la formazione delle macchie sulla pelle. Procedure professionali mirate, come il peeling della pelle, la terapia a luce pulsata o il trattamento laser delle zone iperpigmentate si sono dimostrate efficaci nel ridurre le macchie. Molto diffusa anche la microdermoabrasione, utile per rigenerare le cellule attraverso la rimozione di uno strato cutaneo superficiale. Altre opzioni riguardano la terapia farmacologica: esistono specifiche creme schiarenti per le macchie sulla pelle, in grado di rallentare la produzione di melanina e attenuare il colore delle aree iperpigmentate. Tra le soluzioni homemade per arginare le macchie scure, ci sono le preparazioni a base di olio di rosa canina, cetriolo, succo di limone e aloe vera da applicare direttamente sulle aree interessate.

Come prevenire le macchie causate dal sole

Prevenire è meglio che curare, recita un noto adagio: la prevenzione resta la strada migliore. Limitare l’esposizione al sole, evitando le ore centrali della giornata, ma soprattutto utilizzare creme solari ad alta protezione per schermare la pelle dai raggi UV è fondamentale. Anche riapplicare il solare più volte nell’arco della giornata al mare e utilizzare un fondotinta con fattore protettivo aiuta. Altra buona abitudine è evitare profumi e deodoranti a base alcolica, che possono favorire la comparsa di macchie sulla pelle. L’iperpigmentazione è associata anche all’invecchiamento della pelle: da questo punto di vista un’alimentazione ricca di frutta e verdura, validissimi antiossidanti naturali, è fondamentale per prevenire la formazione di rughe e di macchie sulla pelle.

Pensioni 2018 accredito giugno

Pensioni 2018 accredito luglio: ci sarà ritardo nei pagamenti? Ecco la nuova data

«Sono svenuta…». La malattia di Nadia Toffa e l’ira di Carolyne Smith. Il giudice di Ballando e la Iena: cosa è successo veramente tra le due donne?