in

Malaria bambina morta a Brescia, chiuse indagini: un indagato, ecco chi è

Malaria bambina morta a Brescia news: è stata ufficialmente chiusa dalla Procura di Trento l’inchiesta sulla bambina di 4 anni, Sofia, morta a inizio settembre del 2017, dopo un ricovero all’ospedale del capoluogo perché colpita da malaria. Come già emerso lo scorso 20 febbraio, le carte dell’inchiesta confermano la presenza di una sola persona indagata con l’ipotesi di reato di omicidio colposo: si tratterebbe, secondo l’ultim’ora Ansa, di un’infermiera del reparto di pediatria.

Leggi anche: Malaria bambina morta a Brescia news: un indagato per omicidio colposo

Quello verificatosi sarebbe stato in sostanza un errore umano, che avrebbe portato al contatto tra il sangue di pazienti affetti da malaria con quello della piccola, che era in ospedale per altre patologie. Un’accusa che l’infermiera indagata respinge con forza. La bambina, trasferita d’urgenza da Trento, era morta agli Spedali Civili di Brescia. Il ricovero trentino di Sofia, per qualche giorno era avvenuto in contemporanea con quello per malaria di due bambini africani e la madre di ritorno dal Burkina Faso e dimessi dalla struttura poco dopo l’arrivo della piccola Sofia, che invece non ce l’ha fatta. Da subito le perizie della Procura, del ministero della salute e dell’Azienda sanitaria erano state concordi nell’affermare che il contagio fosse avvenuto in ambiente ospedaliero.

Nomina Presidente della Camera e Presidente del Senato

Nomina Presidente della Camera e Presidente del Senato 2018, Brunetta risponde a Di Maio: “Berlusconi ha il consenso di 5 milioni di italiani”

Bonus Luce e Gas 2018 requisiti, importo, come richiederlo e documenti utili (GUIDA COMPLETA)