di Stephanie Barone in

Mangiare gli insetti: l’Unione Europea è pronta a portarli in tavola



 

Il Paese dove mangiare gli insetti è certamente la Thailandia ma se questa tradizione culinaria stesse arrivando anche in Europa? Il momento sembra più vicino di quel che sembra.

mangiare gli insetti, mangiare gli insetti in europa, mangiare gli insetti in italia, mangiare gli insetti fa male, mangiare gli insetti fa bene,

Anche per gli Occidentali potrebbe presto arrivare il momento di mangiare gli insetti; la tradizione culinaria tipicamente orientale infatti secondo le normative UE potrebbe arrivare già dal 2018 anche in Europa. Il regolamento dell’Unione Europea relativo a questo delicato argomento, annunciato già con il “novel food” nel 2015, potrebbe portare fin dal 2018 gli insetti ad essere commercializzati per la vendita alimentare. Le aziende thailandesi, infatti, si stanno preparando all’esportazione per il consumo in Europa e si sono date appuntamento a Bangkok per conoscere tutti i dettagli del regolamento previsto dall’Ue.

Per il momento ad ogni modo la strada sembra ancora lunga poiché, dato che gli insetti non rientrano tra le categorie di alimenti tradizionalmente consumati in Occidente, devono seguire un iter particolare per essere ammessi alla vendita in qualità di prodotti alimentari. Ogni Stato membro dell’Unione Europea infatti dovrà farne approvare la vendita per questo scopo da un’autorità competente (nel caso dell’Italia quindi dal Ministero della Sanità). Per il momento quindi in Italia l’inserimento di insetti tra i prodotti da mangiare è ancora vietata mentre in altri Paesi alcune specie sono già state inserite nell’apposito elenco; in Belgio ad esempio ci sono già dieci specie che si possono consumare così come in Olanda e Francia si vendono diversi prodotti alimentari a base di insetti. Ad ogni modo, se per vedere insetti “interi” sulle tavole italiane potrebbe volerci ancora molto tempo, potrebbe essere più facile che a breve arrivino dei preparati che li utilizzano come farine a base di grillo.

=> Seguite la sezione Alimentazione per essere sempre aggiornati sulle ultime novità

Nel mondo sono 112 i Paesi che permettono di nutrirsi di insetti quali vermi, api, grilli, cavallette e scorpioni tanto che in Thailandia sono 20 mila le aziende agricole impegnate in produzioni di questo tipo. Diverse sono inoltre le autorità che garantiscono i benefici del consumo di insetti; la Fao ad esempio suggerisce di mangiare invertebrati come grilli o cavallette perché ricchi di proteine, vitamine e minerali. Potrebbe inoltre essere un modo efficace per combattere la fame nel mondo tanto che un report dell’Efsa dell’ottobre 2015 ha ricordato che  “l’uso di insetti come fonte di alimenti e mangimi ha, potenzialmente, importanti benefici per l’ambiente, l’economia e la sicurezza della disponibilità alimentare”. 

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanDonna

Leggi anche

Commenta via Facebook