di Antonio Paviglianiti in

Manovra Finanziaria 2018, testo e articoli della Legge di Bilancio: stop all’aumento IVA e sconti per abbonamento trasporti (GUIDA)


 

Manovra Finanziaria 2018, testo e articoli della Legge di Bilancio: stop all’aumento IVA e sconti per abbonamento trasporti. Ecco tutte le novità in arrivo

Manovra Finanziaria 2018, è di 120 articoli il disegno di legge di bilancio 2018 approdato in Senato per l’esame parlamentare. La manovra – nel testo approvato dalla Ragioneria dello Stato visionato dall’ANSA – blocca le clausole Iva, introduce sgravi strutturali per l’assunzione dei giovani, rinnova l’ecobonus, prevede aumenti per gli statali. La sessione di bilancio inizierà domani pomeriggio con gli stralci in Aula.

>>> TUTTE LE NEWS CON URBANPOST <<<

Legge di Bilancio 2018: detrazioni abbonamenti trasporti

Tornano le detrazioni per gli abbonamenti di trasporto. Il testo finale della Legge di Bilancio, come riporta ANSA, prevedono detrazioni fino a 250 euro per le spese d’abbonamento di trasporti pubblici locali, regionali e interregionali. Tra le novità anche l’agevolazione per gli accordi di rimborso di questi abbonamenti da parte dei datori di lavoro per i propri dipendenti e per i loro familiari – una sorta di ‘‘bonus bus-treno” – che non entrano a far parte del reddito da lavoro tassato.

Legge di Bilancio 2018 sgravi fiscali per assunzioni

Assegnati stanziamenti per 338 milioni nel 2018, che saliranno negli anni seguenti, per lo sgravio che dovrebbe tagliare del 50% i contributi a carico delle aziende per chi assume giovani a tempo indeterminato. La fascia di età dei giovani interessati dallo sgravio è ancora in discussione. Inoltre, va concordato anche l’importo di sconto che dovrebbe andare da 4030 o a 3250 euro l’anno. La fascia di età che potrebbe interessare è gli under 29 o gli under 32 anche se per il primo anno si sta parlando addirittura di under 35. Per il Sud lo sgravio dovrebbe arrivare al 100% andando a confermare l’attuale normativa.

Contrasto alla povertà con la Legge di Bilancio 2018

Parola d’ordine: contrasto alla povertà. Anche con la Legge di Bilancio 2018 questo sarà l’obiettivo primario. Ma come? Per la coesione sociale sono stati stanziati  600milioni per il 2018, 900 milioni per il 2019. Gli interventi dovrebbero coinvolgere le famiglie numerose in difficoltà economica anche se tale misura potrebbe non trovare spazio nel testo iniziale della manovra della Legge di Bilancio 2018.

Blocco dell’IVA con la Legge di Bilancio 2018

Tra i provvedimenti c’è il blocco dell’aumento dell’Iva previsto per il 2018. È questa la misura che assorbirà la maggior parte delle risorse della manovra. Il costo complessivo dell’operazione e di 15,7 miliardi di euro.

ultime notizie milano

Legge di Bilancio 2018: ritocco per gli stipendi degli Statali

Altro capitolo importante che sarà toccato – e che successivamente verrà approfondito – nella legge di Bilancio 2018 è l’aumento salariale dei dipendenti Statali. In busta paga, infatti, dovrebbe arrivare un aumento di circa 85 euro.  Si tratta di quei dipendenti ancora in attesa di rinnovo contrattuale.

Legge di Bilancio 2018: nuove assunzioni nel mondo della scuola

Altro obiettivo è quello di creare nuovi posti di lavoro con un incremento dell’organico scolastico. Nello specifico, il MIUR richiede l’assunzione di nuovo personale amministrativo e, in particolare, dei cosiddetti collaboratori scolastici. In questi giorni – a tal proposito – è in atto il concorso Personale Ata 2017.  Lo stanziamento dovrebbe essere di 1,6 miliardi, ma secondo alcune fonti potrebbe salire fino a 1,9 miliardi di euro. A crescere sarebbero anche gli stipendi dei presidi, che verranno gradualmente equiparati ai dirigenti pubblici, e quelli dei professori.

Spesometro 2017 rinvio

Legge di Bilancio 2018: ok Bonus Cultura

La legge di Bilancio 2018 non  dovrebbe comportare particolari sorprese per quanto concerne il Bonus Cultura 2018: un finanziamento che riguarderà i giovani nati nel 2000 con stanziamenti di 290milioni. In forse la detrazione per gli abbonamenti ai mezzi di trasporto pubblici per gli studenti.

 Legge di Bilancio 2018: Bonus Energia e agevolazioni

Arriva una proroga di un anno per il bonus energia e per quelli relativi alle ristrutturazioni energetiche e all’acquisto di mobili. Ma il piatto delle agevolazione si arricchisce di uno sconto ad hoc, del 36% per una pesa fino a 5.000 euro, per la sistemazione a verde di aree scoperte di edifici e immobili esistenti. Lo sconto è previsto anche per impianti di irrigazione e la realizzazione di pozzi, copertura a verde e giardini pensili. Scende dal 65% al 50% il bonus energia per infissi, schermi solari, sostituzione impianti climatizzazione.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook