di Antonio Paviglianiti in

Marcia su Roma 2017, il 28 ottobre Forza Nuova scende in piazza e “sfida” Minniti (FOTO)


 

Marcia su Roma 2017 data, luogo e orario della manifestazione indetta da Forza Nuova. Ma il ministro Marco Minniti promette provvedimenti seri: “Non si farà”

La nuova Marcia su Roma. Anche per l’anno 2017 Forza Nuova decide di scendere in piazza per far valere le proprie ragioni. La data indicata è quella di sabato 28 ottobre. E nella capitale italiana la tensione è alle stelle. Specie dopo le esternazioni di Marco Minniti, Ministro degli Interni, che ha dichiarato “guerra” ai rivoltosi di estrema destra. Ma vediamo nel dettaglio cosa è la Marcia su Roma 2017 e quali sono le possibili conseguenze.

Perché la Marcia su Roma 2017?

La “marcia dei patrioti”, la discussa manifestazione organizzata da Forza Nuova per il 28 ottobre nella capitale, lo stesso giorno della tristemente nota “marcia su Roma” con cui il Partito nazionale fascista di Benito Mussolini prese il potere il 28 ottobre del 1922. Nonostante il divieto e il fermo no all’evento, giunto da più parti – in primis dal Viminale con il ministro Minniti che ha ribadito la sua contrarietà, poi con la questura che conferma di non averlo autorizzato -, sulla pagina Fb del partito di estrema destra adesso vengono diffusi i primi dettagli dell’iniziativa.

Marcia su Roma 2017 data, luogo e orario

L’appuntamento della Marcia su Roma 2017 è all’Eur, di fronte al Palalottomatica, in piazzale Pier Luigi Nervi. Nel post – dove viene indicata la fermata metro B “Eur Palasport” e pubblicata un’immagine del Palazzo della Civiltà Italiana, la gigantesca opera realizzata durante il Ventennio per l’esposizione universale del 1942 – si raccomanda ai militanti di “tutte le sezioni forzanoviste di giungere nel luogo indicato alle ore 14”. “Il concentramento è fissato nello stesso luogo alle ore 15; il corteo partirà alle ore 16”, si legge.

Le polemiche sulla Marcia su Roma 2017

Sia il capo della polizia Franco Gabrielli sia il ministro Minniti avevano dichiarato che nessuna richiesta per l’annunciata manifestazione del 28 ottobre era ancora giunta da parte di Forza Nuova nè in questura nè in prefettura. Poi, evidentemente, è arrivata. Il fatto che i militanti forzanovisti si siano dati appuntamento sul piazzale del Palalottomatica, fa supporre che l’iniziativa sia autorizzata.

La posizione dell’ANPI


Sul caso interviene ora il presidente dell’Anpi, Carlo Smuraglia: “Avere convocato la manifestazione senza autorizzazione dalla questura diventa un atto eversivo, una sfida di fronte alla quale lo Stato deve fare la sua parte, impedendo la marcia. Diversamente, lo Stato metterebbe i cittadini nella condizione di doverci pensare loro: cosa che non è auspicabile. Faccio appello al ministro Minniti, il quale aveva dichiarato che la ‘marcia dei patrioti’ sarebbe in chiaro contrasto con le leggi Scelba e Mancino. L’aspetto più preoccupante – continua Smuraglia – è la data scelta provocatoriamente: il 28 ottobre, giorno della marcia su Roma, sappiamo bene cosa è significato. A ogni modo per quel giorno l’Anpi ha deciso una mobilitazione nazionale antifascista. Faremo anche un’iniziativa in Campidoglio per spiegare a chi non lo sa cosa è stata la marcia su Roma. E una nostra delegazione porterà una corona di fiori sulla lapide di Matteotti”.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook