in

“Marco Pannella Sta Morendo”

“I danni provocati da così tanti giorni senza bere potrebbero risultare irrimediabili”. Così, nel tardo pomeriggio, la drammatica comunicazione da parte dei medici che l’hanno in cura in questi giorni presso la Clinica Santa Maria della Mercede.

Panella è da otto lunghi giorni in sciopero totale della fame e della sete.

pannella ospedale

Oggi il leader dei Radicali ha ricevuto anche la visita del Presidente del Consiglio, Mario Monti, che ha cercato di dissuaderlo. Lui, dimagrito di circa trenta chili, sembra intenzionato a proseguire per la propria strada. Se fosse così, le sue condizioni ed il suo quadro clinico sarebbero destinati ad aggravarsi pesantemente (e forse irrimediabilmente) nelle prossime ore.

Sulla versione online del quotidiano “Repubblica” è comparsa anche una fotografia di Marco Pannella delle ultime ore. Appare irriconoscibile, quasi scheletrico. L’immagine – in esclusiva – ha fatto ovviamente il giro del web e dai principali social network.

“Se continuerà a non ingerire liquidi nelle prossime ore – hanno dichiarato i medici – la sua vita sarà seriamente in pericolo”. Si teme già per la prossima notte, quando le sue condizioni potrebbero aggravarsi se le cose non dovessero cambiare.

Riusciranno, almeno i suoi fedelissimi, a fargli cambiare idea, interrompendo così questa clamorosa (e pericolosa) protesta?

Written by Gianluca Capiraso

30 anni, nato ad Avellino e residente a Milano. Esperto di web marketing, innamorato della "Seo", blogger e giornalista pubblicista dal 2000. Attualmente è Seo&Sem Manager in Tonic e Seo&Content Manager in Xool, due giovani e dinamiche web companies in forte crescita. Oltre alla passione per il calcio, ed in particolare per il "suo" Avellino, e per la politica,soprattutto come anti-DeMitiano, dedica il suo tempo alla produzione di contenuti per poi vederli ai primi posti dei risultati di ricerca di Google. #sonosoddisfazioni

Classifica Deputati Assenteisti

La classifica dei Deputati assenteisti

Love la Collezione da Sposa di Gentucca Bini 2013