in

Mario Bozzoli news, piano omicida del nipote Giacomo: “Era ossessionato da lui”

Caso Mario Bozzoli ultime notizie: sono emersi nuovi agghiaccianti particolari sull’incidente probatorio svoltosi nei giorni scorsi, nell’ambito del quale il gip, Lorenzo Benini ha cristallizato ciò che la ex fidanzata di Giacomo Bozzoli riferì sua sponte ai carabinieri esattamente due giorni dopo la scomparsa dell’imprenditore 50enne, avvenuta alle 19 dell’8 ottobre 2015 all’interno della fonderia di Marcheno che gestiva insieme al fratello Adelio e ai suoi due figli Giacomo e Alex Bozzoli. I nipoti di Mario Bozzoli da allora sono indagati insieme ai due operai Oscar Maggi e Aboagye Akwasi, accusati del medesimo reato: omicidio in concorso e distruzione di cadavere.

caso bozzoli ultime notizie

Ebbene la ragazza in oggetto, Jessica, 27enne bergamasca, nella inchiesta bis sul giallo avocata dalla Procura generale rappresenta il testimone chiave dell’inchiesta perché con il suo racconto conferma l’ipotesi accusatoria degli inquirenti: l’odio dei nipoti verso lo zio socio in affari, con il quale avevano un cattivo rapporto, spesse volte sfociato in accese discussioni sul luogo di lavoro. Al magistrato la ragazza ha detto che da tempo Giacomo Bozzoli meditava di far fuori lo zio. Meditava di ucciderlo, di farlo sparire, progettava il cosiddetto ‘delitto perfetto’ che non lasciasse tracce della sua colpevolezza. La teste ha inoltre riferito al Gip che “Giacomo era ossessionato da Mario Bozzoli” e che tempo addietro “organizzò l’omicidio cercando di coinvolgere anche lei”, progetto poi evidentemente fallito. Quando infatti la ragazza venne a sapere della strana scomparsa dell’imprenditore pensò subito ad una possibile responsabilità dell’ex fidanzato, il quale da sempre nutriva un odio profondo per Mario Bozzoli.

Mario Bozzoli news, nipote indagato nei guai: ex fidanzata lo accusa “Voleva uccidere lo zio”

Sembra che Giacomo Bozzoli avesse anche cercato di procurarsi un’arma per uccidere suo zio rivolgendosi alla criminalità locale. Le nuove indagini vanno avanti e stanno puntando sul movente economico: lente di ingrandimento sulle attività della nuova ditta a Bedizzole gestita dai due nipoti della vittima, su un giro di soldi sospetto che porterebbe in Austria ed anche sulla possibilità che Mario Bozzoli non sia stato gettato in uno dei forni della fonderia, ma ucciso lì e il cadavere portato via a bordo di uno dei camion che si spostarono durante la notte dalla azienda e mai furono sottoposti a controllo.

Barbara scomparsa a Napoli: strano episodio il giorno prima di sparire, ha incontrato qualcuno?

PIACENZA BIMBO MORTO SCHIACCIATO DA TRATTORE

Piacenza: bimbo di 5 anni muore schiacciato da trattore, inutili i soccorsi